Malattie del fegato, donazione e trapianto: da Palermo un appello dei volontari

Salvatore Ricca Rosellini | 06/06/2011 15:14

Il convegno della Federazione Liver-Pool si è svolto il 25 maggio all’ISMETT di Palermo, con la partecipazione dei massimi esperti del settore e delle associazioni. I volontari, riuniti in assemblea, hanno deciso di affiancare AIDO e AISF nella battaglia per aumentare le donazioni ed i trapianti e per l’inserimento delle malattie del fegato nel Piano sanitario nazionale e fra i Livelli essenziali di assistenza.

 

La Federazione nazionale Liver-Pool Onlus ha organizzato il 25 maggio 2011, a Palermo - con l’associazione siciliana ASTRAFE e tutte le associazioni unite nella Federazione Liver-Pool - il convegno nazionale “Epatite, cirrosi, donazione e trapianto di fegato. L’Italia è unita?”. Il convegno, patrocinato dal Ministero della Salute e dal Centro Nazionale Trapianti (CNT), si è svolto presso l’ISMETT, l’Istituto mediterraneo per i trapianti e le terapie ad alta specializzazione.

«La Federazione nazionale Liver-Pool» afferma Salvatore Ricca Rosellini, presidente di questa Onlus «ha affrontato temi scottanti, grazie all’opportunità creata dall’associazione ASTRAFE (presieduta da Salvatore Camiolo), all’ospitalità dell’ISMETT e alla presenza di Bruno Gridelli, uno dei massimi esperti di trapiantologia e direttore dell’ISMETT stesso, di Alessandro Nanni Costa, direttore del CNT, Raffaele Bruno, segretario dell’Associazione italiana per lo studio del fegato (AISF), Vincenzo Passarelli, presidente nazionale dell’AIDO, l’Associazione italiana per la donazione degli organi».

Liver-Pool a Palermo: i presidenti delle associazioni

«L’iniziativa» prosegue Salvatore Camiolo, presidente ASTRAFE, consigliere e tesoriere Liver-Pool «ha consentito di approfondire il dibattito circa le necessità dei malati, grazie anche al contributo delle lezioni magistrali del prof. Luigi Pagliaro e del prof. Luigi Rainero Fassati».

«Abbiamo discusso di donazioni, trapianto e liste d’attesa» aggiunge Ricca Rosellini «e abbiamo deciso, in assemblea, di continuare la nostra campagna di sensibilizzazione per far aumentare le donazioni, in sintonia con l’impegno dell’AIDO e del suo presidente Passarelli. Inoltre, abbiamo deciso di affiancare l’AISF, ed il suo segretario Bruno, nella battaglia per l’inserimento delle malattie del fegato - epatite, steatosi, cirrosi, epatocarcinoma, trapianto - nel Piano sanitario nazionale e fra i Livelli essenziali di assistenza. Battaglia nella quale affronteremo i temi della prevenzione, della cura e dell’assistenza con il Ministero della salute, le Commissioni Parlamentari, il Centro Nazionale Trapianti e il Presidente della Repubblica». 

Info: http://www.liver-unit.org/

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato