Diminuisce nel 2010 la spesa farmaceutica nel servizio pubblico

Sanità pubblica | Silvio Campione | 03/06/2011 08:32

La spesa farmaceutica convenzionata netta del servizio sanitario nazionale nel 2010 e' diminuita dello 0,7% rispetto al 2009 a fronte dell'aumento del numero di ricette del 2,6%. Nel 2010 le ricette sono state quasi 587 milioni, pari a 9,84 ricette per ciascun cittadino: sono i dati sull'andamento della spesa farmaceutica del 2010 a livello nazionale e regionale contenuti in opuscolo realizzato da Federfarma. Dall'analisi risulta anche che i farmaci piu' prescritti nel 2010 sono stati quelli per il sistema cardiovascolare con un aumento del numero delle confezioni del +2,8% rispetto al 2009.

 Seguono i medicinali per l'apparato gastrointestinale (+8,7%) e per il sistema nervoso (+4,7%). L'andamento della spesa nel 2010, si legge nell'opuscolo, e' influenzato dall'incremento del numero di ricette e dal contestuale calo del valore medio delle ricette stesse: si prescrivo piu' farmaci ma di prezzo piu' basso. ''L'opuscolo - spiega la Presidente Federfarma, Annarosa Racca - e' un esempio delle analisi che si possono effettuare grazie al monitoraggio svolto dalle farmacie che ogni mese registrano tutti i dati dei medicinali erogati in regime di SSN e li trasmettono alle autorita' nazionali e regionali che si occupano di salute ed economia. Le autorita' possono, quindi, intervenire tempestivamente sia in caso di problemi di carattere sanitario che economico. Per questo motivo la spesa farmaceutica convenzionata da anni e' sotto controllo e rispetta il tetto previsto dalla legge''. Nel 2010, si legge nell'opuscolo, le confezioni di medicinali erogate a carico del Servizio Sanitario Nazionale sono state oltre 1 miliardo 73 milioni con un aumento del +2,6% rispetto al 2009. Ogni cittadino ha ritirato in farmacia in media 18 confezioni di medicinali a carico del SSN. L'opuscolo fotografa anche la spesa farmaceutica Regione per Regione: il calo della spesa farmaceutica nel 2010 e' particolarmente evidente in Molise (-7%), Basilicata (-6,3%) Calabria (-4,4%), Piemonte (-3,6%) Liguria (-2,6%) che, tranne la Basilicata, sono tutte Regioni interessate da piani di rientro del deficit e che hanno adottato misure di contenimento drastiche della spesa. Continua invece ad aumentare la spesa farmaceutica ospedaliera che, sottolinea l'opuscolo, nel 2010 e' stata pari a 4,21 miliardi di euro, ovvero il 67% in piu' rispetto al tetto di legge fissato a quota 2,52 miliardi di euro.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato