AIFA, 41.540 pazienti in registro monitoraggio oncologici

Redazione DottNet | 10/10/2008 18:05

Una 'guida' all'appropriatezza prescrittiva e uno strumento per velocizzare le richieste di nuove cure contro i tumori, tracciarne l'uso e tenerne sotto controllo la spesa da parte degli ospedali. E' il Registro dei farmaci oncologici sottoposti a monitoraggio istituito dall'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), che dal primo aprile 2006 al 10 settembre 2008 ha 'schedato' 41.540 pazienti per verificare la loro eleggibilità al trattamento con medicinali anticancro altamente innovativi. A tirare le somme del progetto è stato Carlo Tomino, direttore Sperimentazione clinica dell'Aifa e coordinatore del Registro, intervenendo a Roma a un convegno promosso da Federconsumatori sulla politica del farmaco.

"Dopo una fase iniziale di start-up e messa a punto - ha ricordato Tomino - il Registro è oggi nel pieno della sua attività: nelle 614 strutture ospedaliere italiane con almeno un paziente registrato, per un totale di 909 reparti e 1285 medici, sono risultati eleggibili al trattamento 38.688 malati. L'Aifa è impegnata da tempo a realizzare una serie di strumenti innovativi di supporto all'attività regolatoria e amministrativa nell'intento di rendere, da un lato, sempre più efficiente ed efficace il lavoro di analisi e regolamentazione dell'Agenzia stessa, dall'altro, di fotografare da vicino la realtà della pratica clinica nel nostro Paese e di ottenere informazioni rilevanti per un'elaborazione strategica dei provvedimenti di miglioramento del Servizio sanitario nazionale (Ssn). In particolare, il nuovo Registro dei farmaci oncologici sottoposti a monitoraggio è stato predisposto per costituire un ideale circolo virtuoso tra autorità regolatoria, aziende farmaceutiche e ospedaliere, operatori sanitari, pazienti".

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato