Diagnosi personalizzate contro epatiti e tumori

Redazione DottNet | 29/06/2011 19:10

Diagnosi precoci e personalizzate sono la chiave per il successo nei trattamenti di epatite C e tumori. E' quanto emerso da un seminario organizzato nell'ambito del Simposio sulla Diagnostica, promosso da DiaSorin che si è tenuto a Torino. Stando ai dati diffusi, l'Italia è il Paese del Sud Europa con il maggior numero di persone affette da epatiti virali. La prevalenza dell'HBsAg sta nuovamente aumentando soprattutto in ragione dell'immigrazione di persone provenienti da Paesi dove l'HBV rimane iperendemico.

 ''Per far fronte a questa potenziale nuova emergenza occorrono analisi e diagnosi molto accurate - affermano gli esperti - in grado di identificare non solo il virus B convenzionale ma anche i mutanti dell'HBV che insorgono spontaneamente o a seguito di terapia farmacologica''. Allo stesso tempo, in campo oncologico ''le ultime conoscenze portano ad affermare che ogni singolo tumore, di ogni singolo paziente ha un profilo di alterazioni del DNA unico e peculiare''. ''Sappiamo che un'accurata diagnosi molecolare delle alterazioni genetiche dei principali tumori solidi è indispensabile per decidere il trattamento piu' appropriato - afferma Luca Gianni, direttore del Dipartimento di Oncologia Medica dell'ospedale San Raffaele di Milano - . L'importanza della diagnostica molecolare consiste nell'indirizzarci verso la scelta del farmaco migliore. Questo non può che portare al miglioramento delle prospettive di cura e, in alcuni casi, di guarigione''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato