La Fimmg lancia una nuova app per inviare i certificati online dal proprio cellulare o tablet

Sindacato | Silvio Campione | 11/07/2011 09:39

Fino a pochi mesi fioccavano le proteste contro i certificati online. Ma adesso il sistema telematico di spedizione può offrire anche nuove opportunità, come per esempio sta sperimentando la Fimmg che con una nuova app consente di compilare e spedire elettronicamente i certificati di malattia all'Inps con il proprio telefonino. Con l’obiettivo di ridurre tempi e costi per i medici, a vantaggio sia del paziente che del SSN. Per questo la Federazione italiana dei Medici di famiglia ha creato insieme alla compagnia Senetech, una applicazione ad hoc per iPhone e Ipad. iMedCertificati,''per dialogare con l'Inps in mobilita''', è stata presentata a Roma.

 ''Il processo di informatizzazione della medicina generale - ha spiegato alla presentazione di iMedCertificati il vicesegretario nazionale della Fimmg, Silvestro Scotti - si dovrà confrontare nei prossimi anni con un'evoluzione del mercato dei software orientata sia dalla diffusione e affermazione dei diversi sistemi operativi, sia dalla richiesta di applicazioni conformi alle abitudini dei medici, soprattutto quelli della nuova generazione. L'idea di iniziare con un'esperienza 'app' il confronto di Fimmg con questo nuovo mondo informatico risponde ad un'esigenza di una parte della medicina generale, la continuità assistenziale, che, in carenza di investimenti da parte delle Aziende e delle Regioni, rischia di rimanere fuori dallo sviluppo e-health della sanità territoriale''. Rimane però strategico nella politica di Fimmg, ha concluso Scotti, ''considerare questa esperienza anche in risposta alle esigenze specifiche di tutta la medicina generale'', con la possibilità che un sistema di automatismi informatici semplici, di rapido apprendimento e di basso costo, ''riducano l'impegno orario ed economico della parte di costruzione del bagaglio di informazioni riferibile al paziente e alla comunicazione con gli altri attori del SSN della propria attività professionale, a vantaggio dei processi di cura del proprio paziente''. Clicchi qui per essere informato.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato