Prevenire la diverticolite con alimentazione ricca di fibre: la notizia arriva dalla Oxford University

| 21/07/2011 13:14

Seguire una dieta vegetariana potrebbe rappresentare una strategia per prevenire la diverticolite, un fastidioso disturbo a carico dell’apparato gastrointestinale molto diffuso nella popolazione. La notizia arriva dall’Inghilterra, precisamente da un gruppo di ricercatori del Cancer Epidemiology Unit della Oxford University, ed è stata resa nota grazie ad uno studio pubblicato sulla rivista British Medical Journal.

Secondo i risultati di tale studio, i vegetariani sono meno esposti al rischio di sviluppare la diverticolite, in quanto si tratta di una patologia associata alla carenze di fibre nell’alimentazione. Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno esaminato i dati di 47.033 adulti britannici, dei quali 15.459 vegetariani. Dopo un follow-up di 11,6 anni sono stati diagnosticati 812 casi di malattia diverticolare. Ebbene, il gruppo di vegetariani e' risultato avere un 30 per cento di rischio in meno di sviluppare la condizione rispetto ai soggetti che mangiano carne e pesce. Questo perche', secondo i ricercatori, il consumo di carne potrebbe alterare il metabolismo dei batteri nel colon, indebolendo cosi' la parete del colon e aumentando il rischio di sviluppare la malattia diverticolare. Tuttavia, i ricercatori non hanno trovato alcun collegamento significativo con la quantita' di carne consumata, ma hanno rilevato che consumare piu' di 25,5 grammi di fibre al giorno per le donne e piu' di 26,1 grammi per gli uomini, riduce del 40 per cento il rischio di sviluppare la malattia.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato