Ema, sì al telaprevir per il trattamento dell’epatite C

Farmaci | Redazione DottNet | 25/07/2011 15:57

Il Comitato per i Prodotti Medicinali per Uso Umano (Chmp) dell'Agenzia europea per il controllo sui farmaci (Ema) ha espresso parere positivo per l'approvazione di telaprevir, un antivirale ad azione diretta (Daa) per il trattamento dei pazienti affetti da epatite C di genotipo 1. Lo comunica una nota della Tibotec Virco-Virology BVBA, una delle aziende farmaceutiche che parte del Gruppo Johnson & Johnson. Il parere positivo della Commissione Chmp e' basato sui risultati degli Studi di Fase III che hanno valutato la sicurezza e l'efficacia di telaprevir in combinazione con il trattamento standard in piu' di 2.290 pazienti, con infezione da HCV di genotipo 1.

'Siamo incoraggiati dal giudizio positivo del Chmp e continueremo a lavorare al fianco delle altre autorita' regolatorie per rendere disponibile telaprevir ai pazienti affetti da Epatite C', ha spiegato Ramon Polo, Team Leader per lo sviluppo di Incivo, aggiungendo che 'una volta approvata dalla Commissione Europea, l'aggiunta di telaprevir alla terapia standard consentira' un miglioramento dei risultati della stessa, che ad oggi e' in grado di guarire il 40-50% dei pazienti con infezione da HCV di genotipo 1'.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato