Tumori: microonde in sala operatoria, intervento pediatrico in prima mondiale al Bambin Gesù

Redazione DottNet | 28/07/2011 18:52

Primo caso al mondo, un bimbo di appena un anno con una voluminosa lesione del torace e' stato trattato con microonde (termoablazione), una tecnica mini-invasiva adottata per la prima volta su bambini dall'equipe di esperti dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesu'.
 

Estremamente adatta, grazie alla ridotta invasivita', per la cura di molti tumori solidi benigni o maligni in pazienti in eta' pediatrica, la tecnica con microonde - sfruttando i diversi principi fisici della trasmissione di calore tramite un elettrodo sottile come un ago - consiste letteralmente nel riscaldare i tessuti bersaglio fino a portarli alla ''morte'', salvaguardando contemporaneamente i tessuti sani e gli organi circostanti. I ricercatori dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesu' stanno gia' lavorando per sviluppare ulteriormente questa tecnica e renderla sempre piu' a misura di bambino, nell'ottica dell'eccellenza delle cure nel rispetto dei piu' piccoli e dell'esigenza primaria di sottoporli agli interventi diagnostico-terapeutici meno invasivi e dolorosi.''Anche in eta' pediatrica - evidenzia Piergiorgio Falappa, responsabile della Radiologia Vascolare ed Interventistica dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesu' - la radiologia interventistica con le sue varie applicazioni sta dimostrando la sia efficacia''.  ''La termoablazione con microonde - sottolinea Alessandro Inserra, responsabile della Chirurgia Generale e Toracica del Bambino Gesu' - aggiunge cosi' un importante risorsa terapeutica in situazioni in cui risultano non efficaci o non utilizzabili soluzioni cliniche o chirurgiche tradizionali. Nel caso specifico, infatti, l'alternativa terapeutica all'uso delle microonde sarebbe stata una chirurgia mutilante''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato