Variazione tasso interessi di dilazione e di differimento delle somme per omesso o ritardato versamento contributi previdenziali e assistenziali

Previdenza | Giovanni Vezza | 02/08/2011 09:17

L’INPS, con la Circolare n. 68 del 19 aprile 2011, rende noto che la Banca Centrale Europea ha fissato nella misura dell’ 1,25%, a decorrere dal 13 aprile 2011, il tasso ufficiale di riferimento (T.U.R.) da utilizzare per la determinazione del tasso di differimento e di dilazione da applicare ai debiti contributivi dovuti agli enti gestori di forme di previdenza e assistenza obbligatoria.

Conseguentemente  anche l’ENPAM, in qualità di gestore di contribuzione previdenziale, dovrà necessariamente adeguarsi a quanto stabilito dalla BCE.

Clicca qui per essere aggiornato

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato