Contro il caro-ticket gl’italiani preferiscono emigrare. La norma regione per regione

Redazione DottNet | 05/09/2011 10:03

Sono pronti a cambiare regione pur di pagare meno per un elettrocardiogramma o un'ecografia, ma soprattutto sono disorientati su quanto pagare per una prestazione specialistica o diagnostica o se al pronto soccorso per un codice bianco ci saranno da pagare 25 euro o piu'. Sono i cittadini italiani alle prese con i nuovi ticket sanitari, cosi' come li ha fotografati Sos Ticket, lo sportello informativo inaugurato il 25 luglio da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato. A rivolgersi allo sportello (via mail o fax: sosticket@cittadinanzattiva.it, 0636718333), secondo il primo bilancio di un mese di attivita' del servizio, sono state centinaia di persone e le richieste di informazione sull'argomento fatte a Cittadinanzattiva sono piu' che raddoppiate in pochissimi giorni.

Hanno chiesto aiuto soprattutto i cittadini di Lombardia, Piemonte, Puglia, ma anche quelli di Emilia Romagna, Abruzzo, Liguria e Lazio. Proprio gli abitanti di quest'ultima sono stati tra l'altro i piu' 'tempestivi' a chiedere informazioni subito dopo l'introduzione del contributo. In particolare hanno contattato Sos Ticket le donne e i familiari di persone anziane, i piu' disorientati su eventuali esenzioni o rimodulazioni. Piu' della meta' dei dubbi (65%), secondo i dati diffusi oggi dall'associazione, riguarda le decisioni prese dalla propria Regione: i cittadini chiedono se siano gia' state emanate le direttive regionali o se, spostandosi in un'altra regione, si paga meno. Quasi un quarto delle domande (21%) riguarda la difficolta' nel calcolo del reddito nelle regioni che modulano il ticket. Il 10% protesta ''indignato'' per la novita' e il 4% chiede se le prestazioni prenotate prima dell'applicazione del nuovo ticket costano di piu'. Introdotti dalla manovra 2011, i nuovi ticket prevedono il pagamento di 10 euro per visite specialistiche e diagnostica, e 25 euro per i codici bianchi al pronto soccorso, ma molte regioni applicano il contributo con rimodulazioni ad hoc in base al reddito dei pazienti o all'entita' delle prestazioni. ''Si stanno creando disagi ovunque - spiega Francesca Moccia, coordinatrice nazionale del Tribunale per i diritti del Malato-Cittadinanzattiva - anche laddove le Regioni hanno deciso di rimodulare i ticket. Un fatto positivo quest'ultimo - aggiunge - che pero' complica ulteriormente il meccanismo. Oltre alla poca informazione, spesso la stessa amministrazione locale e' impreparata alla novita'. Lo dimostrano le tante segnalazioni di cittadini che si rivolgono alle Asl per saperne di piu' e invece vengono fatti rimbalzare da un ufficio all'altro per avere informazioni piu' precise''. Resta per Moccia l'''inquita''' di uno strumento come il ticket. Per questo, conclude, ''proponiamo di eliminare l'obbligatorieta' del superticket per le Regioni e di lasciare effettiva liberta' alle amministrazioni nell'ottica del federalismo tanto decantato ma in questo frangente abolito''.

Inizialmente 'congelati' da alcune amministrazioni regionali per trovare soluzioni diverse, i nuovi ticket introdotti con la manovra 2011 (10 euro su visite specialistiche e diagnostica e 25 euro per i codici bianchi al Pronto soccorso) vengono ad oggi applicati in tutte le regioni, tranne Valle d'Aosta e provincia autonoma di Bolzano, mentre Trento applichera' solo quello sul pronto soccorso per le prestazioni non urgenti. In molti casi il contributo viene modulato in base a reddito o entita' della prestazione.

 LE REGIONI CHE NON RIMODULANO - Diverse le regioni che gia' a fine luglio hanno fatto scattare regolarmente i ticket: Lazio, Liguria, Calabria, Puglia, Sicilia e Basilicata (unica che non aveva attivato i 25 euro per i codici bianchi). In attesa di rimodulazioni Molise e Campania. Per i sardi, il ticket aggiuntivo sara' solo un contributo simbolico di un euro, spalmato su tutti gli assistiti. Per le prestazioni specialistiche si arriva gia' a pagare un massimo di 46,15 euro, mentre per il Pronto Soccorso e' previsto il pagamento di 25 euro per i codici bianchi e di 15 euro per i codici verdi.

ABRUZZO MODULA IN BASE AL REDDITO - La quota fissa aggiuntiva di 10 euro a ricetta per la specialistica ambulatoriale trova applicazione in Abruzzo dal 10 agosto, ma solo per nuclei familiari con redditi superiori a 36 mila 151 euro annui.

 PIANO CONGIUNTO TOSCANA, UMBRIA ED EMILIA ROMAGNA - Le tre regioni hanno presentato insieme un piano di rimodulazione dei ticket per fasce di reddito sia per i farmaci, sia per le prestazioni specialistiche. In Toscana sono partiti il 22 agosto, in Emilia Romagna il 29, mentre in Umbria il piano di applicazione regionale partira' il 12 settembre.

 LOMBARDIA, TICKET E' 30% COSTO RICETTA - Dal primo agosto sono in vigore in Lombardia rimodulazioni dei ticket in base al valore delle prestazioni: niente ticket per le prestazioni sotto i 5 euro, e sopra i 5 euro l'aggravio di costo non sara' fisso, ma pari al 30% del valore della ricetta.

 MARCHE, TICKET APPLICATO SU FASCE REDDITO - Le Marche hanno annunciato di voler rimodulare il ticket sanitario di 10 euro in base alle fasce di reddito familiare lordo. Sara' introdotto sulla spesa farmaceutica e sulle prestazioni specialistiche. La Regione attende l'ok del Governo.

 PIEMONTE, RIMODULAZIONI SU PRESTAZIONI - Il Piemonte ha deciso di modulare il contributo dei cittadini mantenendo invariato il costo dei ticket piu' bassi e facendo crescere in maniera proporzionale quelli piu' alti.

 VENETO, MODULAZIONE SU DUE FASCE - Il Veneto applica dall'inizio di agosto i nuovi ticket modulati su due fasce di reddito. Cinque euro per le famiglie con reddito fino a 29.000 euro, 10 euro per quelle che superano questa soglia.

 FRIULI VENEZIA VALUTA IN ENTRATA CODICI PS - In Friuli Venezia Giulia sono valutati ''in entrata'' i codici del Pronto soccorso su cui sara' applicato il nuovo ticket di 25 euro, mentre i tecnici della Regione sono al lavoro per una rimodulazione del contributo su prestazioni e codici bianchi.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato