Tumori: trovate le cellule progenitrici del glioblastoma

Redazione DottNet | 20/09/2011 16:29

Il glioblastoma, tumore del cervello fino a pochi anni fa giudicato inguaribile, molto presto potra' essere curato grazie alle nuove scoperte sui meccanismi con cui si forma e in particolare sulle cellule progenitrici. Lo ha dimostrato a Venezia, nel corso della conferenza 'The Future of Science' William Weiss, professore di neurologia all'universita' della California, invitato a parlare dall'Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc). Weiss ha mostrato i risultati delle sue ricerche che hanno identificato nelle cellule progenitrici, una tipologia di cellule intermedie tra le staminali e i neuroni comuni, l'origine dei tumori cerebrali.

Queste cellule, presenti fin dalle prime fasi dello sviluppo embrionale, diventano, a causa dell'accumulo di mutazioni genetiche, capaci di replicarsi rapidamente e di invadere i tessuti circostanti. Nel laboratorio di Weiss sono in corso esperimenti di depotenziamento delle cellule tumorali al fine di bloccarne l'attivita'. ''Le cellule staminali cancerose umane, reimpiantate nei topi - ha spiegato Weiss - si sono rivelate un modello prezioso per testare nuove tecniche di cura, che si spera possano essere molto presto disponibili anche per l'uomo''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato