Luca Pani, nuovo direttore generale Aifa, è già al lavoro dopo l’incontro con Fazio e Rasi

Redazione DottNet | 26/09/2011 17:47

Nel segno della continuità, il neo direttore generale dell’Aifa ha incontrato il ministro della Salute Fazio e Guido Rasi, direttore uscente – andrà a guidare l’Agenzia europea del farmaco – per concordare una strategia che mantenga l’operatività dell’Agenzia. Di ritorno da Londra, proprio per i lavori dell’Agenzia europea, Pani si è dunque subito messo all’opera.  "E' una persona molto competente e trasparente. Sono certo che farà un ottimo lavoro", dice il ministro della Salute Ferruccio Fazio. E lo stesso Rasi evidenzia come la figura di Pani "come nuovo direttore dell'Aifa, è di alto profilo scientifico.

In passato Pani ha sviluppato ricerche sui farmaci e conosce tutti gli aspetti e i problemi di questo mondo. Inoltre ha lavorato come manager e questo è fondamentale per dirigere l'Aifa. La sua candidatura è una fatto positivo e un slancio di entusiasmo per l'agenzia". "E' un ottimo professionista, con provata esperienza, che può lavorare nel segno della continuità", aggiunge Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria. "Inoltre – precisa - va sottolineato il lavoro fatto dall'Aifa negli ultimi anni, perché se la direzione uscente di Guido Rasi è riuscita ad arrivare alla direzione dell'Agenzia europea del farmaco, diventando un punto d' orgoglio per l'Italia, vuol dire che qualcosa di buono è stata fatto". Il professor Luca Pani, medico psichiatria e biologo molecolare, è direttore di ricerca dell'Institute for Translational Pharmacology del Cnr e componente del Gruppo di lavoro sulle Neuroscienze dell’Agenzia Italiana del Farmaco ed esperto Aifa presso il Comitato per i medicinali ad uso umano (CHMP) dell’EMA. Pani è stato recentemente nominato membro dello Scientific Advice Working Party (SAWP) che opera a supporto del CHMP nell’ambito delle procedure registrative per facilitare l’accesso ai farmaci, con particolare riferimento ai medicinali orfani.