Fazio, aumentano i posti riservati a Medicina e chirurgia: per il 2011/2012 saranno 9501 in più

Redazione DottNet | 28/09/2011 19:13

Il ministero dell'Istruzione e dell'Universita' (Miur) ''ha ritenuto di determinare un aumento per il 2011-2012 pari a 9.501 posti'' per le facolta' di Medicina e chirurgia. Lo ha sottolineato il ministro della Salute Ferruccio Fazio nel corso del question time alla Camera, rispondendo ad un'interrogazione in merito alla questione del fabbisogno di medici a fronte dei prossimi pensionamenti nella categoria.Entro il 2015, si sottolineava nell'interrogazione, ''verranno meno circa 17.000 medici e dal 2013 sarebbe ipotizzabile un saldo negativo tra pensionamenti e nuove assunzioni''.

''Il fabbisogno di medici - ha spiegato il ministro - e' stato stimato in 10.566 unita' ed e' stato fatto un accordo con gli Ordini dei medici, ma il numero e' risultato superiore alla capacita' formativa complessiva degli Atenei. Per questo - ha annunciato - il ministero dell'Istruzione ha ritenuto di determinare un aumento per il 2011-2012 pari a 9.501 posti''.Fazio ha inoltre ricordato come ''negli ultimi anni c'e' sempre stato un ampliamento dell'offerta formativa, passata da 7.366 posti del 2007-8 a 9.527 del 2010-11, con un aumento in tre anni di circa il 30%, quindi un aumento significativo dell'offerta formativa''. Tuttavia, ''nonostante ci sia un certo numero di medici che andranno in pensione - ha rilevato il ministro - il fenomeno puo' essere in equilibrio con un numero di immatricolati intorno alle 9.500-10000 unita'''. Anche perche' l'Italia, ha aggiunto, ''ha un numero di medici professionalmente attivi superiore alla media europea, ovvero pari a 4.1 medici per mille abitanti contro una media Ue di 3.4 per mille abitanti. Quindi - ha concluso il ministro - questo dovrebbe compensare l'andata in pensione di un certo numero di medici''.