Al via la campagna vaccinale contro l’influenza: coinvolti i medici di famiglia. Pronta anche la rete di professionisti “sentinella” Influnet

Infettivologia | Redazione DottNet | 10/10/2011 19:11

La Campagna vaccinale contro l'influenza di stagione e' ai nastri di partenza. Dalla meta' di ottobre, infatti, sara' possibile vaccinarsi negli studi dei medici di famiglia e per le categorie cosiddette 'a rischio' - in testa anziani over-65 e malati cronici - la vaccinazione sara' gratuita. Quest'anno, pero', come sottolinea il segretario della Federazione dei medici di famiglia (Fimmg) Giacomo Milillo, la stagione influenzale dovrebbe rivelarsi meno 'pesante' e con un numero minore di casi, dal momento che non si sono registrate sostanziali mutazioni rispetto ai virus circolanti lo scorso anno.

La vaccinazione e' comunque sempre fortemente consigliata per le categorie a rischio, considerando che sono migliaia le vittime per tale patologia ogni anno. E nella formulazione del vaccino e' contenuto, anche per il 2011-12, l'antigene per il virus pandemico A/H1N1, ancora circolante, come rende noto la circolare del ministero della Salute 'Prevenzione e controllo dell'influenza: raccomandazioni per la stagione 2011-2012'.

 - 8.000 DECESSI ANNO PER INFLUENZA, VIA A RETE MEDICI-SENTINELLA: Si stima che in Italia l'influenza stagionale causi ogni anno circa 8.000 decessi, di cui 1000 per polmonite ed influenza, ed altri 7000 per altre cause. L'84% di questi riguarda persone sopra i 65 anni. E anche quest'anno e' pronta a partire la rete di medici sentinella, Influnet. I dati forniti dal sistema di rilevazione, attivo dal 1999, hanno permesso di stimare che le sindromi influenzali interessano ogni anno il 4-12% della popolazione italiana.

 - CAMPAGNA VACCINALE AL VIA: Partira' dalla meta' di ottobre e la vaccinazione e' consigliata soprattutto per le categorie a rischio. per la stagione 2011-12, l'OMS ha indicato che la composizione del vaccino per l'emisfero settentrionale sara' la seguente: antigene analogo al ceppo A/California/7/2009 (H1N1); antigene analogo al ceppo A/Perth/16/2009 (H3N2); antigene analogo al ceppo B/Brisbane/60/2008. La circolazione nel mondo del virus A/H1N1v per la seconda stagione consecutiva, si sottolinea nella circolare ministeriale, ''suggerisce infatti la possibilità che esso continui a circolare anche il prossimo inverno e, pertanto, è stato incluso nella composizione del vaccino per la prossima stagione influenzale''. La protezione indotta dal vaccino comincia due settimane dopo l'inoculazione e perdura per un periodo di sei-otto mesi, poi tende a declinare.

 - LE CATEGORIE A RISCHIO: L'efficacia stimata per il vaccino antinfluenzale, in adulti sani, varia dal 70 al 90%. Nei bambini e ragazzi fino a 16 anni è stimata un'efficacia pari al 60-70%. Negli anziani che vivono in comunità, l'efficacia stimata della vaccinazione, nel ridurre la mortalità legata all'influenza, varia dal 23 al 75%. La vaccinazione è raccomandata, in particolare, ad alcune categorie piu' a rischio come: soggetti di età superiore a 65 anni; bambini di età superiore ai 6 mesi, ragazzi e adulti fino a 65 anni di età affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza; donne che all'inizio della stagione epidemica si trovino nel secondo e terzo trimestre di gravidanza; medici e personale sanitario di assistenza; soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo.

- LE REGOLE: La prima regola per prevenire l'influenza stagionale e' in realta' estremamente semplice, eppure di decisiva importanza: lavarsi bene le mani, che sono veicolo privilegiato per la trasmissione dei virus. A dirlo e' L'Organizzazione mondiale della sanita' e lo confermano medici e igienisti. Ma se questa buona abitudine aiuterebbe molto nel limitare il contagio, la vaccinazione resta l'arma fondamentale per sconfiggere questo male di stagione. E' lo stesso ministero della Salute, nella circolare per la prevenzione dell'influenza 2011-12, ad indicare alcune misure fondamentali di prevenzione: Lavaggio delle mani (in assenza di acqua, uso di gel alcolici); buona igiene respiratoria (coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce e lavarsi le mani); isolamento volontario a casa delle persone con malattie respiratorie febbrili specie in fase iniziale; uso di mascherine da parte delle persone con sintomatologia influenzale quando si trovano in ambienti sanitari (ospedali). E se, addirittura, il virologo Nathan Wolfe, dell'università di Stanford, propone di evitare le 'pericolose' strette di mano optando per forme alternative di saluto, come il piu' 'salubre' inchino alla giapponese, l'igienista Paolo Bonanni della Societa' italiana di Igiene (Siti) sottolinea come questa sia una misura ''di difficile applicazione, soprattutto nella nostra cultura''. In realta', commenta, ''basterebbe appunto lavarsi le mani dopo la 'stretta' del saluto, o comunque abbastanza di frequente''. Ma l'obiettivo primario, rileva Bonanni, ''resta comunque quello di aumentare la copertura vaccinale nel nostro Paese: questa raggiunge infatti il 65% negli over-65, ma resta ferma al 25-35% tra i malati cronici, per i quali invece la vaccinazione e' fortemente consigliata per evitare pericolose complicanze''.

- MILILLO: VACCINO ANCHE AI MEDICI: anche tra i medici, afferma il segretario della Federazione dei medici di famiglia (Fimmg) Giacomo Milillo, ''l'auspicio e' che aumenti l'adesione alla vaccinazione: lo scorso anno non ha raggiunto il 20% tra medici e sanitari, mentre e' opportuno farla dal momento che si tratta di una misura che serve a contenere l'epidemia influenzale''.  Quanto ai bambini sani, le opinioni sull'opportunita' di vaccinare anche loro contro l'influenza sono divergenti: per Milillo la vaccinazione e' consigliata principalmente per i bimbi con difese immunitarie indebolite, mentre non e' necessaria per gli altri. E' un'ipotesi da valutare bene secondo Bonanni: ''I vaccini antinfluenzali non hanno dimostrato nei bambini piccoli - avverte - la stessa efficacia che hanno negli adulti. Si tratta dunque di un'idea che va opportunamente valutata''.    

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato