La pillola contraccettiva dimezza il rischio di tumore alle ovaie

Redazione DottNet | 26/10/2011 14:53

Prendere la pillola contraccettiva per dieci anni dimezza il rischio di tumore alle ovaie nelle donne. Lo afferma uno studio pubblicato dal British Journal of Cancer, secondo cui questo e' il primo fattore di protezione, seguito dalla gravidanza.
I ricercatori hanno usato parte dei dati dello studio European Prospective Investigation of Cancer (Epic), che sta seguendo milioni di persone in tutto il continente. <los tudio ha calcolato che per una donna che ha preso la pillola per un anno o meno il rischio di tumore ovarico e' di 28 ogni 100 mila soggetti, che scende a 15 su 100 mila in chi l'ha presa per 10 anni.

 Il rischio per le donne che non hanno ancora avuto una gravidanza e' stato calcolato in 34 casi per 100 mila soggetti per anno, che scende a 24 dopo il primo figlio e diminuisce di 8 unita' per ogni figlio ulteriore: "Le donne dovrebbero essere rassicurate sul fatto che la pillola non e' solo un contraccettivo efficace ma ha anche il beneficio di ridurre il rischio di tumori ovarici - spiega alla Bbc Richard Edmondson dell'universita' di Newcastle - questo vantaggio controbilancia il rischio leggermente aumentato di tumore al seno: si stima che se 100 mila donne prendono la pillola per 10 anni ci saranno 50 casi di tumore al seno in piu', ma 12 di tumore all'ovaio in meno".
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato