Ddl sviluppo, edilizia sanitaria e ordini professionali nel mirino

Redazione DottNet | 26/10/2011 17:30

ordine-dei medici professione sanità-pubblica

Prescrizioni mediche che viaggiano solo sulla rete da marzo 2012 e ingresso dei privati nell'edilizia sanitaria. Sono alcune delle misure contenute nell'ultima bozza circolata del decreto sviluppo che interessano la sanitàpubblica, in attesa della sua stesura definitiva e del vaglio delle istituzioni europee delle misure messe a punto dall'Italia per la crescita. Tra le altre novità la possibilitàper i professionisti iscritti agli ordini di lavorare in società, e misure per il sostegno della ricerca.

 - EDILIZIA SANITARIA: per incentivare la partecipazione dei privati alla realizzazione delle opere di edilizia sanitaria e della loro gestione, previste dal piano straordinario di edilizia sanitaria (ex articolo 20 della finanziaria del 1988) si prevede ad esempio che ''il finanziamento pubblico puòessere integrato o sostituito da forme di defiscalizzazione''.Le modalitàper la sua attuazione (requisiti degli affidatari, modalitàdi affidamento e controlli) saranno definite con un regolamento emanato da Economia e Salute, sentita la Conferenza delle Regioni, anche nelle regioni sottoposte a piano di rientro.

 - RIFORMA ORDINI PROFESSIONALI: confermata la misura prevista dalla manovra di Ferragosto, ma allungando i tempi a 18 mesi. Quindi la riforma dovràarrivare entro marzo 2013.