Sip, mancano gli infermieri pediatrici

Redazione DottNet | 22/10/2008 14:03

Almeno 5.000 infermieri pediatrici, da aggiungere ai circa 9.000 attualmente in attività, sarebbero necessari per coprire le esigenze di ospedali e territorio in Italia. L'offerta è invece di soli 500 l'anno.

E' quanto ha sottolineato Gianni Bona, vicepresidente della Società Italiana di Pediatria e presidente nazionale della Conferenza dei direttori dei corsi di laurea in infermeria pediatrica, al 64mo congresso nazionale della Spi. Il problema della carenza di questa indispensabile figura professionale è stato messo in luce nella prima giornata del congresso, che vede riuniti, al centro congressi dei Magazzini del Cotone, oltre 1.500 pediatri da tutt'Italia. L'obiettivo dei 5.000 infermieri pediatrici, ha spiegato Bona, è difficilmente raggiungibile se l'offerta formativa (i posti messi a disposizione dall'università e dalle regioni) rimarrà limitata agli attuali 500 posti l'anno con i quali si deve anche compensare il numero di infermieri che lasciano l'attività per raggiunti limiti di età. Questo, nonostante le richieste di accesso alla scuola di specializzazione siano molto maggiori dei posti disponibili (tre domande per ogni posto). ''Oggi in Italia - ha affermato il presidente della Spi Pasquale di Pietro, direttore del pronto soccorso dell'ospedale pediatrico Giannina Gaslini di Genova - la formazione degli infermieri pediatrici (laurea breve in infermieristica pediatrica o laurea in infermieristica più master specialistico di primo livello) è allineata con quella europea e questo è senz'altro un aspetto positivo, ma è molto importante che questa figura venga adeguatamente valorizzata''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato