Un intervento contro l’incontinenza migliora la sessualità

Urologia | Redazione DottNet | 16/11/2011 16:41

Un intervento contro l'incontinenza da urgenza, la neuromodulazione sacrale, puo' avere effetti positivi sulla sessualita' femminile. E' appena rientrato da una conferenza in Cina l'urologo altoatesino Diego Signorello, che alla Lanzhou University ha presentato alcuni aspetti di un suo studio a tale riguardo, pubblicato recentemente dalla prestigiosa rivista americana ''The Journal of Sexual Medicine''. Signorello prossimamente sara' anche negli Usa, a Omaha nel Nebraska e a Las Vegas, invitato per delle conferenze sul tema.

C'e' infatti grande interesse nel mondo scientifico per l'urologia funzionale, ovvero lo studio e la cura dei disturbi legati alla fase di riempimento e svuotamento della vescica che hanno un grande impatto negativo sulla qualita' di vita e di conseguenza anche sulla sessualita'. ''Da tempo mi occupo anche di questo aspetto dell'urologia e ho da poco concluso una ricerca durata circa tre anni'', spiega Signorello, dirigente urologo dell'ospedale di Bressanone. ''Lo studio - aggiunge - ha evidenziato un collegamento fra il miglioramento dei sintomi urologici, quali l'urgenza minzionale e l'incontinenza da urgenza, e il miglioramento della sessualita' femminile dopo intervento di neuromodulazione sacrale''. Questa tecnica, minimamente invasiva, consente la stimolazione continua di radici nervose preposte al controllo della funzione vescicale. Le cause degli effetti positivi di questa terapia sulla sessualita' potrebbero derivare dal miglioramento della qualita' della vita, ma non si esclude un effetto diretto della neuromodulazione sui nervi che controllano la sessualita'. ''Sono comunque necessari ulteriori studi con un maggiore numero di pazienti per arrivare a conclusioni piu' approfondite'', ha detto Signorello.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato