Enpam, rivalutati i contributi minimi: ecco i nuovi importi per fasce di età

Giovanni Vezza | 24/11/2011 17:51

Anche per il nuovo anno, è giunto il tempo di determinare gli importi dei contributi che tutti gli iscritti all’Enpam di età inferiore ai 65 anni saranno chiamati a corrispondere. Per ottenere i nuovi importi, i contributi minimi obbligatori in vigore per l’anno 2011 sono stati rivalutati in base all’incremento percentuale del numero indice ISTAT dei “prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati” fatto registrare fra giugno 2010 e giugno 2011, pari al 2,7%.

Pertanto, i contributi iscritti a ruolo per l’anno 2012 sono i seguenti:

•          € 193,92 per tutti gli iscritti fino al compimento del 30° anno di età;

•          € 376,42 per tutti gli iscritti dal compimento del 30° anno di età fino al compimento del 35° anno di età;

•          € 706,39 per tutti gli iscritti dal compimento del 35° anno di età fino al compimento del 40° anno di età;

•          € 1.304,56 per tutti gli iscritti ultraquarantenni.

L’importo del contributo dovuto per il 2012 da parte degli iscritti che, entro il 31 dicembre 1989, avevano presentato istanza di ammissione al beneficio della contribuzione ridotta, in quanto forniti di diversa copertura previdenziale obbligatoria, è pari ad € 706,39. Dalle ultime rilevazioni contabili, risulta in crescita la spesa relativa all’erogazione, da parte dell’Enpam, delle indennità di maternità, adozione e aborto. I dati del preconsuntivo 2011 evidenziano infatti un incremento della spesa a tale titolo pari al 19,13% rispetto al consuntivo 2010. Per l’anno 2012 l’importo di spesa appostato in bilancio è pari a € 18.000.000, con un ulteriore aumento del 5,88% rispetto all’importo da preconsuntivo 2011. Alla luce dei dati sopra indicati, attesa l’esigenza di mantenere in equilibrio la gestione al fine di poter accedere alla parziale fiscalizzazione del relativo onere, tenendo conto anche dei risultati finanziari relativi agli esercizi precedenti, si è concretizzata l’esigenza di dover aumentare l’importo del contributo di maternità, in modo tale da assicurare la copertura delle uscite. Pertanto, l’importo del contributo da porre a carico degli iscritti per il 2012 è stato preventivato in € 51,50 pro capite.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato