Quadruplice terapia seguita da triplice terapia con claritromicina: approccio farmacologico innovativo per l’eradicazione totale di H. pylori. Presentato studio all’UEGW di Stoccolma

GianMaria Di Nardo | 01/12/2011 13:07

In occasione dell’United European Gastroenterology Week, tenutosi a Stoccolma, è stato presentato uno studio prospettico in aperto, secondo il quale cinque giorni di quadruplice terapia seguiti da 7 giorni di triplice terapia con claritromicina risultano essere un trattamento molto efficace di prima e seconda linea, per l’eradicazione dell’Helicobacter pylori. Lo sviluppo della resistenza alla tradizionale tripla terapia con claritromicina per l'eradicazione all’H.pylori  ha portato a sostanziali riduzioni dei tassi di eradicazione del batterio, prendendo come base un’eradicazione raccomandata al di sotto l’ 80%. Con il fine di mantenere i tassi di eradicazione al di sopra dell’80%, è stata promossa una terapia di prima linea prolungata, la quale prevede un trattamento della durata di 10 giorni. Tuttavia, l’autore dello studio Ivan Hung,  Dipartimento di Medicina dell’Università di Hong Kong, ha tenuto a precisare che una terapia di eradicazione più lunga è associata ad una scarsa compliance da parte del paziente, fattore che, di conseguenza, potrebbe comportare il fallimento della terapia.

Lo scopo di questo studio è stato quello di confrontare l'efficacia e la conformità di una quadruplice terapia, più breve rispetto a una  triplice terapia con claritromicina, come trattamento di prima e seconda linea. La triplice terapia (EAC) prevede 7 giorni di trattamento con 20 mg di esomeprazolo, 1 g di amoxicillina e 500 mg di claritromicina, somministrati due volte al giorno. La terapia quadruplice (QUAD) invece, prevede 5 giorni di trattamento con 20 mg di esomeprazolo somministrato due volte al giorno e 120 mg di subcitrato bismuto, 500 mg di tetraciclina e 400 mg di metronidazolo, somministrati 4 volte al giorno. La compliance del paziente è stata monitorata mediante indicazioni posologiche scritte e conteggio dei farmaci. Inoltre, è stata monitorata la suscettibilità all’H. pylori. I pazienti, in maniera random, sono stati inizialmente sottoposti alla terapia EAC (n = 400) o a quella  QUAD (n = 400). Otto settimane dopo, attraverso un test del respiro (breath test) 13C-urea, sono stati valutati per H. pylori. I pazienti che non hanno mostrato alcun miglioramento della patologia in seguito al trattamento sono stati poi sottoposti all’assunzione della terapia alternativa. Secondo l’analisi dell'intent-to-treat, le terapie di prima linea per EAC e QUAD hanno raggiunto percentuali di eradicazione significativamente a favore di QUAD (83,5% contro  90,3%,  P=0,006). La terapia di seconda linea per i pazienti che hanno fallito la prima linea di trattamento, non ha mostrato differenze significative nei tassi di eradicazione tra EAC e QUAD (79,5% contro 70,0%). Tuttavia, nel disegno cross-over, il tasso di eradicazione globale per QUAD seguito da EAC, è stato significativamente migliore rispetto il contrario (98% contro 95%, P =. 03). Si sono verificati effetti collaterali nelle terapie di prima linea con QUAD, e sono stati evidenziati una maggiore alterazione del gusto (1,5% contro  4,8%, P=.01), vertigini (0,3% contro 2,3%, P=.02), e l’insorgenza di nausea (1,5% contro 5,5%, P =. 003). In seguito al test di sensibilità, effettuato prima di iniziare la terapia di seconda linea, sono state rilevate una significativa resistenza al metronidazolo, in seguito a trattamento QUAD (42,3% contro 100,0%, P <0,01), e resistenza alla claritromicina (69,2% contro 10,0%, P <0,001 ). Tuttavia, nonostante l’efficacia dimostrata da queste terapie innovative nell’eradicazione dell’H. pylori, al fine di raggiungere una completa eradicazione dopo il primo ciclo di trattamento, bisogna necessariamente assicurare una buona compliance da parte del paziente.

Bibliografia: Five Days Quadruple Versus Clarithromycin-Containing Triple Therapy as Empirical First- and Second-Line Treatment for Helicobactor pylori Eradication: A Randomised, Cross-Over Trial.  A Randomised, Cross-Over Trial. Abstract OP260. European Gastroenterology Week (UEGW), Stoccolma

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato