A Padova un convegno dal titolo “Autoinflammatory Days” presidenti onorari e relatori: prof. C.Dinarello e J-M. Dayer scopritori delle citochine

Chiara Di Lorenzo | 09/12/2011 11:04

Il convegno dal titolo “Autoinflammatory Days”, alla sua II edizione, rappresenta un’occasione di confronto e approfondimento  sulle malattie autoinfiammatorie sistemiche, un gruppo di affezioni di recente definizione, caratterizzate da episodi infiammatori recidivanti, a carico delle articolazioni, ma anche di altri vari organi od apparati, con possibile grave evoluzione in amiloidosi. Le patologie rientrano sempre di più nel novero  delle malattie che godono di ampia partecipazione da parte di esperti di infiammazione e di immunità, soprattutto perché hanno permesso di svelare nuovi meccanismi patogenetici dovuti in gran parte ad uno regolamento dell’immunità innata. Oltre alle “sindromi delle febbri periodiche ereditarie” che comprendono la  febbre mediterranea familiare e  la sindrome da IperIgD, rientrano anche le criopirine (fra cui la s. di Muckle- Wells) caratterizzate dal punto di vista funzionale dall’attivazione di un sistema intracitoplasmatico, chiamato inflammasoma, che porta ad una esagerata produzione di IL-1 e di altre citochine infiammatorie.

Nel gruppo delle malattie autoinfiammatorie si inserisce anche una malattia granulomatosa di solito non febbrile, la s. di Blau, e più recentemente sono state incluse anche alcune malattie già note e non rare, che avevano patogenesi poco convincenti, quali la gotta, la pseudogotta ed il m. di Still. E’ stato recentemente proposto che anche alcune affezioni non propriamente reumatologiche, quali il diabete di tipo II, le pericarditi ricorrenti e la sarcoidosi, possano essere apparentate a questo gruppo, con risvolti molto interessanti e molto convincenti dal punto di vista terapeutico.
Tutte le  patologie elencate  rientrano tra i temi affrontati durante il convegno,dove ampio spazio sarà riservato anche alle più recenti acquisizioni patogenetiche e ai più importanti risultati terapeutici che riguardano in particolare i farmaci anticitochine, con il contributo di studiosi di grandissimo spessore scientifico. Tra i nomi di maggior rilievo: i  proff. C.Dinarello e J-M. Dayer scopritori delle citochine.

Per informazioni sul convegno

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato