Medici in formazione specialistica e universitaria, dal 2012 aumentano i contributi alla Gestione separata INPS

Giovanni Vezza | 12/12/2011 12:01

L’art. 22, comma 1, della Legge 183/2011 (Legge di stabilità per 2012) ha previsto l’aumento dell’1% dell’aliquota contributiva per gli iscritti alla Gestione separata Inps.

Dal 2012, quindi, la stessa sarà pari:

- al 27,72% per i soggetti non iscritti ad altre forme di previdenza obbligatorie;

- al 18% per gli iscritti ad altre forme di previdenza obbligatorie o titolari di pensione.

L’aumento colpisce i seguenti soggetti:

- titolari di rapporto di collaborazione coordinata e continuativa e a progetto previsti dall’art. 50, comma 1, lett. c-bis), D.P.R. 917/1986;

- coloro che esercitano per professione abituale, ancorché non esclusiva, attività di lavoro autonomo, di cui al comma 1 dell’art. 53, D.P.R. 917/1986, non tenuti all’iscrizione ad appositi Albi;

- incaricati alla vendita a domicilio con ricavi annui superiori a euro 5.000;

- associati in partecipazione con apporto di sola attività lavorativa;

- coloro che svolgono attività di lavoro autonomo occasionale, se il reddito annuo derivante dall’attività supera euro 5.000;

- medici in formazione specialistica ed alcuni titolari di borse di studio di specializzazione universitaria.

L’aumento decorre dal 2012per cui, rispettando il principio di cassa, troverebbe applicazione anche per i compensi corrisposti dal 1° gennaio 2012 anche se riferiti ad anni precedenti. Ricordando, tuttavia, l’interpretazione dell’INPS fornita in occasione di precedenti chiarimenti, si dovrebbe ritenere che le vecchie aliquote del 26,72 e 17% rimangano applicabili in relazione ai compensi corrisposti fino al 12.01.2012 al lavoratore a progetto e ai collaboratori coordinati e continuativi, i cui redditi sono assimilati a quelli di lavoro dipendente, anche se riferiti a prestazioni effettuate entro il 31.12.2011.

Tale principio però, detto della cassa allargata, non si applicata agli altri iscritti alla Gestione separata INPS, i cui redditi non sono assimilati a quelli di lavoro dipendente, ad esempio gli associati in partecipazione con apporto di solo lavoro, i venditori a domicilio, i lavoratori autonomi occasionali e i professionisti senza cassa di previdenza di categoria. Per tali soggetti, quindi, le nuove aliquote troverebbero applicazione apartire dai compensi corrisposti dal 1° gennaio 2012, anche se relativi ad anni precedenti. Per evitare ulteriori oneri, quindi, si consiglia di corrispondere i compensi entro il 31.12.2011 oppure, per coloro che soggiacciono al principio della cassa allargata, entro il 12.1.2012.

Per tali soggetti, quindi, le nuove aliquote troverebbero applicazione apartire dai compensi corrisposti dal 1° gennaio 2012, anche se relativi ad anni precedenti. Per evitare ulteriori oneri, quindi, si consiglia di corrispondere i compensi entro il 31.12.2011 oppure, per coloro che soggiacciono al principio della cassa allargata, entro il 12.1.2012.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato