Confronto delle caratteristiche cliniche tra pazienti in trattamento con inibitori della pompa protonica. Obesità, la causa del fallimento terapeutico

Medical Information Dottnet | 13/12/2011 15:10

Il reflusso gastroesofageo è indicato tra le patologie più comuni, interessando fino al 40%dei pazienti trattati coninibitori della pompa protonica (PPI).Tuttavia, non sono disponibili bibliograficamentemolte informazioni sulle caratteristiche cliniche di questi pazienti. Lo scopo dello studio condotto presso il Dipartimento di Gastroenterologia in Israele, è stato di confrontare le caratteristiche cliniche dei pazienti che rispondevano terapeuticamente alla terapia con inibitori di pompa protonica rispetto ai pazienti che dalla terapia non trovavano alcun beneficio.

I pazienti sono stati trattatiuna o due volteal giorno con gliinibitori della pompa protonicae sonostatevalutate, mediante un questionario eun colloquio individuale lecaratteristiche demografiche, le abitudini, le caratteristiche cliniche erepertiendoscopici dei soggetti arruolati nello studio. I pazienti sono statisuddivisi in3 gruppi: pazienti che hannorisposto pienamentealtrattamentouna volta al giorno(gruppo A, n = 111),  pazienti che non hanno risposto al trattamento con  inibitori della pompa protonicasomministrati una volta al giorno (gruppo B, n = 78) epazientiche sono andati incontro ad un fallimento terapeutico, con gli stessi farmaci somministrati due volte al giorno(Gruppo C, n =56). Nello studio sono stati arruolati 245 pazienti(59,3% donne, 52 ±17,2 annidi età). Le differenze più rilevantitra i gruppi(A vs B controC) sono state significativeper erniaiatale(33% vs 51%vs52%, p =0,011), esofagite erosiva(19% vs 51%vs 30%, p <0,0001), tosse (24%vs44%vs43%, p =0,007), disturbi del sonno(19% vs 30% vs 38%, p =0,033); sintomi deltorace(21%vs 35% vs 41%, p =0,010). Dalle conclusioni dello studio e dalle osservazioni di confronto tra i due gruppi di pazienti appare evidente che il fallimento terapeutico degli inibitori di pompa protonica (una o due volte al giorno)sembra esseresignificativamente associato consintomiatipicida reflusso gastroesofageo, con la durata della malattiae la gravità, l’obesità e gli stili di vitadei pazienti.

Per ulteriori informazioni cliccare qui

Bibliografia: Dickman R. et al, Comparison of clinical characteristics of patients with gastroesophageal reflux disease who failed proton pump inhibitor therapy versus those who fully responded. J Neurogastroenterol Motil.2011 Oct;17(4):387-94. Epub 2011 Oct 31. Vitam Horm. 2011;87:143-73

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato