Assunzione materna di acido folico: effetti sulla cresta neurale delle cellule staminali

Nutrizione | Medical Information Dottnet | 13/12/2011 16:25

L'assunzione materna di acido folico (FA), ha effetti benefici nel prevenire i difetti del tubo neurale che possono condurre a gravi malformazioni congenite come la spina bifida e l’anencefalia  e contribuisce alla prevenzione delle patologie a insorgenza adulta come il morbo di Alzheimer, la demenza, i disturbi neuropsichiatrici, le malattie cardiovascolari e l'ischemia cerebrale. La recensione condotta da un gruppo di ricercatori americani, ha focalizzato l’attenzione sugli effetti del consumo di acido folico materno sulla proliferazione delle cellule staminali neurali e sulla loro relativa differenziazione.

Sebbene l’acido folico sia generalmente considerato benefico, ha il potenziale di promuovere la proliferazione cellulare a scapito della differenziazione. In alcune situazioni, questo può determinare aborto spontaneo o anomalie dello sviluppo postnatale. La conclusione dello studio coordinato dal Dott. Mayanil pone una nuova base sulla quale considerare l’eventuale utilizzo di acido folico in gravidanza. In definitiva, l'approccio migliore per la supplementazione di acido folico, e potenzialmente di altri  integratori alimentari, secondo gli studiosi americani deve essere attentamente personalizzata per la dose e la durata sulla base dei profili genomici del paziente

 

Bibliografia: Mayanil CSet al. Maternal intake of folic Acid and neural crest stem cells. Vitam Horm.2011;87:143-73.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato