Applicazione del test HPV-DNA nella prevenzione del cancro cervicale: pubblicati su The Lancet Oncology i risultati finali dello studio POBASCAM

Medical Information Dottnet | 16/12/2011 15:22

Il test per la ricerca del Papillomavirus umano (HPV), è il test più sensibile effettuato per la rilevazione di lesioni cervicali di alto grado, ma la ricerca dell’HPV-DNA, in due sessioni di screening ogni 5 anni, non è ancora stata valutata come misura preventiva. A tal proposito è stato effettuato uno studio al fine di valutare  se il test HPV-DNA sia in grado di ridurre con un primo screening, in donne che hanno superato il trentesimo anno d’età, lo sviluppo di una neoplasia cervicale intraepiteliale (CIN) di II o III grado, e al secondo screening, l’insorgenza del cancro della cervice uterina.

Secondo un gruppo di ricercatori olandesi VU University Medical Centre di Amsterdam che, sotto la guida di  Chris Meijer e colleghi, hanno portato avanti lo studio randomizzato, tale test sarebbe in gradi di prevenire ulteriori casi di cancro rispetto al semplice Pap test. I risultati del test sono stati successivamente pubblicati sulla rivista “the Lancet Oncology”, e si riferiscono ad un’analisi quinquennale che ha coinvolto 45 mila donne tra i 29 e i 52 anni randomizzate, per il primo screening, ad essere sottoposte contemporaneamente a test HPV-DNA e semplice Pap-test, e confrontate con un gruppo di controllo, le cui componenti sono state sottoposte solo al Pap-test. Dopo 5 anni, su entrambi i gruppi è stato effettuato il secondo screening comprendente entrambi i test. Come out come primario è stato valutato il numero di CIN rilevate. I risultati hanno dimostrato che l’applicazione del test HPV-DNA ha portato alla diagnosi precoce di lesioni pre-cancerose, permettendo cosi alle pazienti di essere sottoposte ad un trattamento migliore per la prevenzione del cancro. Tale test ha dimostrato un’elevata affidabilità ed una maggiore efficacia rispetto al semplice Pap-test. In conclusione, secondo il parere di Hormuzd Katki e Nicolas Wentzensen, entrambi ricercatori dell'US National Cancer Institute, è fondamentale l’inclusione del test HPV-DNA nei programmi di screening preventivo per il cancro alla cervice uterina.

Bibliografia: JLM Meijer et al. Human papillomavirus testing for the detection of high-grade cervical intraepithelial neoplasia and cancer: final results of the POBASCAM randomised controlled trial The Lancet Oncology, Early Online Publication, 15 December 2011 doi:10.1016/S1470-2045(11)70296-0

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato