Aurobindo è accanto ai farmacisti nella formazione

Redazione DottNet | 18/12/2011 11:17

ecm generici aziende- ssn farmaci farmacia

Aurobindo Pharma Italia, filiale italiana dell’azienda farmaceutica multinazionale specializzata nello sviluppo e nella produzione di medicinali generici e principi attivi, si conferma attenta alle esigenze professionali dei farmacisti, supportando PharmAcademy. Si tratta di un progetto formativo volto a fornire gli strumenti necessari per gestire al meglio il cambiamento che interessa in questi anni il mondo della farmacia e per affrontare in maniera adeguata le problematiche legate all’esercizio quotidiano della professione, nell’ambito del nuovo concetto di “farmacia dei servizi”: dalla gestione dei fornitori e delle categorie merceologiche alla comunicazione con il pubblico.

 Attraverso l’organizzazione di corsi, l’obiettivo di PharmAcademy è quello di offrire al farmacista una formazione a 360°, che lo aiuti a comprendere e, al tempo stesso, ad orientarsi nella complessità dell’attuale scenario, continuando a essere un punto di riferimento sul territorio per il benessere e la salute del cittadino. L’iniziativa è rivolta sia alle singole farmacie che alle principali associazioni di categoria, cooperative e gruppi d’acquisto. All’interno del progetto PharmAcademy ha riscosso un grande successo il corso ECM “La farmacia cambia: soccombere o prosperare? Il servizio migliore per l’utente”, che si è tenuto di recente a La Spezia e sarà replicato a Febbraio 2012, in virtù dell’interesse suscitato. L’incontro, organizzato con Federfarma La Spezia, è stato presieduto dal Prof. Giovanni Battista Colombo, docente di Economia Sanitaria presso la L.U.de.S. (Libera Università degli Studi di Scienze Umane e Tecnologiche) di Lugano. Attraverso l’analisi di alcuni scenari economici-politici a livello mondiale (megatrend), il corso ha cercato di illustrare quali siano le scelte più coerenti che la farmacia moderna deve compiere, per affrontare il cambiamento in atto e offrire ai cittadini un servizio adeguato. “Come esempio di megatrend pensiamo al Trattato di Maastricht, che ha stabilito, oltre alla libera circolazione delle merci e alla caduta delle frontiere, la liberalizzazione dei canali distributivi. Per le farmacie ciò comporterà la perdita del privilegio della vendita in esclusiva dei farmaci, ma anche la possibilità di distribuire prodotti salutistici di tutta Europa”, spiega il Prof. Colombo.  “Siamo molto orgogliosi di sostenere PharmAcademy: con questa iniziativa vogliamo sottolineare il nostro impegno nella formazione professionale volta a fornire al farmacista gli strumenti per una corretta gestione dell’universo farmacia, dichiara RobertoColauto, Amministratore Delegato di Aurobindo Pharma Italia. “E i risultati non mancano, come dimostrano il grande riscontro di interesse e partecipazione per l’incontro di La Spezia; per questo motivo abbiamo deciso di riproporre lo stesso corso, sempre in collaborazione con Federfarma La Spezia a Febbraio 2012”.