Sedazione dentale per pazienti con disabilità intellettiva. I risultati pubblicati su Journal of Clinical Anesthesia

Odontoiatria | Medical Information Dottnet | 19/12/2011 18:00

Obiettivo dello studio pubblicato recentemente sulla rivista “Journal of Clinical Anesthesia” è stato valutare gli effetti della sedazione indottacon propofol con un sistema di infusione controllata mirata (TCI) in pazienti odontoiatrici con disabilità intellettiva. Lo studio clinico randomizzato, prospettico è stato condotto suddividendo i pazienti in due gruppi. Nel primo (n = 20) l’analgesia era indotta mediante infusione di propofol controllata, il secondo gruppo (n = 20) era arruolato in uno studio di sedazione propofol BIS-guidata infusione controllata mirata

La  richiesta e la dose di propofol necessaria, il tempo di recupero per il riflesso delle ciglia, e gli orari di apertura degli occhi sono stati registrati per tutti i pazienti. Nel gruppo di pazienti in infusione controllata mirata, la dose di propofol utilizzata ha ridotto i tempi di recupero per riflesso ciliare e l’apertura spontanea degli occhi. Tale metodica può rappresentare una strategia di analgo-sedazione efficace in pazienti odontoiatrici con disabilità intellettiva.

Bibliografia: Sakaguchi M et al. Dental sedation for patients with intellectual disability: a prospective study of manual control versus Bispectral Index-guided target-controlled infusion of propofol. Journal of Clinical Anesthesia (JCA) 23 (8), 636-42 (Dec 2011)

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato