Magnesio, scoperta azione protettiva contro il rischio di ictus. Pubblicato studio sull'American Journal of Clinical Nutrition

Medical Information Dottnet | 17/01/2012 15:19

I soggetti che assumono  cibi ricchi di magnesio presentano una predisposizione inferiore al rischio di ictus. Gli autori dello studio pubblicato sull'American Journal of Clinical Nutrition, non raccomandano di assumere un supplemento giornaliero di magnesio ma di assumerlo direttamente dagli alimenti. In sette studi pubblicati negli ultimi 14 anni, identificati dalla ricerca PubMed e EMBASE da gennaio1966 al settembre 2011,circa 250mila persone sono state seguite per una media di 11,5 anni. Circa 6.500 ha sviluppato ictus.

Per ogni 100 milligrammi giornalieri di magnesio il rischio di un ictus ischemico e' apparso diminuire dell’8 per cento.  L’assunzione di magnesio si è riscontrata essere inversamente associata al rischio diictus ischemico (RR: 0.91, 95% CI: 0,87, 0,96)ma non ad emorragie intracerebrali(RR: 0,96;95% CI: 0.84, 1.10) o ad emorragia subaracnoidea (RR: 1,01;95%CI:0,90,1,14).
 

Bibliografia: Larsson SC. Et al. Dietary magnesium intake and risk of stroke: a meta-analysis of prospective studies. Am J Clin Nutr. 2011 Dec 28. [Epub ahead of print]