Infusione intra-arteriosa di cisplatino e ifosfamide per il trattamento del carcinoma prostatico ormono refrattario

Medical Information Dottnet | 19/01/2012 10:56

cancro-prostata

Anche se molti approcci terapeutici sono stati applicati per il trattamento del carcinoma prostatico ormono refrattario (HRPC), il risultato clinico in molti casi non è ritenuto soddisfacente. In Giappone presso il  Dipartimento di Urologia dell’Istituto Universitario di Medicina  è stato condotto uno studio su un paziente con carcinoma prostatico ormono refrattario.

Gli autori hanno  riportato un miglioramento della patologia in seguito a  infusione intra-arteriosa di cisplatino e ifosfamide per il trattamento della ritenzione urinaria. Dopo la chemioterapia, l’estensione della neoplasia  era notevolmente ridotta e si è osservato un miglioramento dei sintomi ad essa associati.

Bibliografia: Uemura Ket al. Improvement in urinary retention due to recurrent anastomotic prostate cancer treated with various therapies by intra-arterial infusion of cisplatin and ifosfamide. J Infect Chemother.2011 Dec 28. [Epub ahead of print]

Per un approfondimento dello studio cliccare l’allegato