Colesteatoma in pazienti con anomalie congenite del canale uditivo esterno. Review retrospettiva

Medical Information Dottnet | 23/01/2012 13:18

Colesteatoma

L’articolo pubblicato recentemente sulla rivista scientifica Journal of Laryngology &Otology ha avuto come obiettivo primario la revisione dei casi di anomalia congenita del canale uditivo esterno con colesteatoma, documentando la presentazione clinica, il sito del colesteatoma e le dimensioni, le complicanze e la chirurgia. Sono analizzati retrospettivamente tutti i casi di anomalia congenita trattati tra il 1998 e 2009.

Di 41 casi con anomalie del canale, 17 (43,9%) presentavano un colesteatoma associato. Per quattro casi le cartelle cliniche non sono state recuperate. Dei rimanenti 13 pazienti (cinque femmine e otto maschi, di età compresa tra quattro e 73 anni, media 21 anni), 10 presentavano principalmente otorrea ricorrente, 2 secrezione postauricolare da un ascesso sulla mastoide, e 1 otalgia, sensibilità postauricolare e rigidità del collo. La perdita d'udito è stata riscontrata in 10 pazienti (76,9%) e la perdita neurosensoriale (grave a profonda) in 3 soggetti. Non è stata documentata nessuna paralisi del nervo facciale. Un colesteatoma è stato osservato in tutti i casi di tomografia computerizzata ad alta risoluzione, ed è stato confermato durante la chirurgia. Sei pazienti sono stati sottoposti a canaloplastica con innesti cutanei, e sette a mastoidectomia radicale. Sei pazienti hanno recuperato bene, in due casi è stato necessario una ulteriore canaloplastica per stenosi dei tessuti molli, e cinque pazienti hanno avuto bisogno di una cauterizzazione e di innesti cutanei per la il tessuto di granulazione della cavità mastoidea. Gli autori hanno concluso che l’anomalia congenita del canale è una patologia rara, ma deve essere sospettata in tutti i casi, e va tempestivamente effettuata una tomografia ossea ad alta risoluzione computerizzata in tutti i pazienti dai quattro anni in su. Nei pazienti con otorrea, il rischio di colesteatoma è maggiore. Il trattamento è in genere la chirurgia, a seconda della gravità della malattia.

Bibliografia:  Mazita A. et al. Cholesteatoma in patients with congenital external auditory canal anomalies: retrospective review. J Laryngol Otol.2011 Nov;125(11):1116-20. Epub 2011 Aug 16.