L'assunzione di Flavan-3-oli e Isoflavoni migliora la sensibilità all'insulina e riduce il rischio cardiovascolare in donne in postmenopausa con diabete di tipo 2. Studio in doppio cieco, randomizzato pubblicato su Diabetes Care

Medical Information Dottnet | 25/01/2012 15:37

diabete flavonoidi insulina diabete-di tipo 2

La somministrazione di flavonoidi svolge un effetto benefico nella prevenzione del rischio cardiovascolare in donne in post-menopausa affette da diabete mellito 2. Nonostante l’applicazione di una strategia terapeutica a base di statine e farmaci ipoglicemizzanti, i pazienti con diabete di tipo 2 sono esposti ad un elevato rischio cardiovascolare; tale rischio riguarda, in particolar modo, le donne nel periodo post-menopausale.

È stato già dimostrato che l’utilizzo di flavonoidi riduce il rischio di insorgenza di disturbi cardiovascolari in soggetti sani, e ad oggi sono stati svolti studi mirati a confermare tale azione anche nelle donne in post-menopausa sottoposte a trattamento per diabete di tipo 2. A tal proposito è stato pubblicato sulla rivista Diabetes Care, uno studio in parallelo, controllato con placebo, che ha previsto il reclutamento di 90 pazienti randomizzati ad assumere, per un anno, 27 g al giorno (in dosi frazionate) di cioccolato contenente 850 mg di flavan-3-oli, 90 mg di epicatechina e 100 mg di isoflavoni, e successivamente confrontati con pazienti sottoposti all’assunzione del placebo. Rispetto al gruppo placebo, nei pazienti appartenenti al gruppo di controllo è stata evidenziata una significativa diminuzione della resistenza all’insulina (p = 0,004), ed un miglioramento della risposta alla terapia insulinica. Allo stesso tempo è stata evidenziata una riduzione dei livelli di colesterolo HDL ed LDL, mentre non sono state riscontrate variazioni dei livelli pressori o della glicemia. In conclusione, si può affermare che la somministrazione di flavan-3-oli e isoflavoni per un periodo temporale pari ad un anno ridice il rischio di insorgenza di patologie cardiovascolari. Ciò dimostra il vantaggio dell’utilizzo di flavonoidi in associazione alla terapia farmacologica standard per la gestione del rischio cardiovascolare in donne in post-menopausa affette da diabete mellito di tipo 2.

Bibliografia:  Curtis PJ  et al. Chronic Ingestion of Flavan-3-ols and Isoflavones Improves Insulin Sensitivity and Lipoprotein Status and Attenuates Estimated 10-Year CVD Risk in Medicated Postmenopausal Women With Type 2 Diabetes: A 1-year, double-blind, randomized, controlled trial; Diabetes Care  (Jan 2012).