Iss, arrivano le nuove linee guida sull’autismo. Ma è polemica

Redazione DottNet | 25/01/2012 20:28

autismo iss sanità-pubblica

 Neanche il tempo di anticipare la consultazione sul proprio sito internet, la presentazione e' infatti prevista per domani, che le nuove linee guida sull'autismo emanate dall'istituto Superiore di Sanita' sono gia' diventate un caso, medico e politico. Con parlamentari di quasi tutti gli schieramenti e associazioni di pazienti affetti dai disturbi dello spettro autistico che contestano l'adeguatezza delle nuove linee di indirizzo, secondo loro troppo orientate verso un approccio cognitivo-comportamentale a scapito di altri modelli terapeutici ingiustamente "discriminati".

"Non critichiamo le linee guida per quel che contiene, ma per quello che non contiene", ha sintetizzato l'esponente dell'Udc, Paola Binetti, aprendo la conferenza stampa a Montecitorio alla quale era presente uno schieramento 'bipartisan' composto da Francesca Martini (Lega), Giuseppe Palumbo (Pdl), Emanuela Baio (Fli), Luciana Pedoto (Pd), Donato Mosella (Api) e Marco Calgaro (Udc). La discussione e' poi proseguita in commissione Affari Sociali, dove alla fine e' emersa la possibilita' di avviare un'indagine conoscitiva "sull'assistenza", come ha spiegato al termine della seduta il presidente, Giuseppe Palumbo. Si tratta di "una polemica infondata", ha spiegato all'ANSA Alfonso Mele dell'Iss, coordinatore delle linee guida, sottolineando che sono state privilegiate "le evidenze scientifiche che emergono dalla letteratura, come normalmente avviene in tutti gli organi internazionali". E a stemperare la tensione ci ha pensato il sottosegretario alla Salute, Elio Cardinale, assicurando la disponibilita' del Governo ad "approfondire, validare, integrare ed eventualmente emendare" le linee guida anche prima del termine gia' fissato per il loro aggiornamento nel 2015. Le linee guida, ha comunque ricordato il sottosegretario, riconoscendo i numerosi "dispareri" riscontrati, "non danno indicazioni obbligatorie, quindi non sono vincolanti". Positivo il giudizio della Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap, che ora si augura una "rapida attuazione" della Linea guida su tutto il territorio nazionale, mentre critico e' il commento del direttore dell'Istituto di Ortofonologia (IdO), Federico Bianchi di Castelbianco, che stigmatizza la scelta dell'approccio unico e auspica la riapertura del tavolo sulle linee guida. In Italia l'autismo colpisce oltre 10 bambini ogni 10 mila, ma se si considerano tutti i disturbi dello spettro autistico la prevalenza supera i 40 casi per 10 mila. La malattia colpisce i maschi in misura 3-4 volte superiore rispetto alle femmine.