Pendrin: nuovo bersaglio per la terapia diuretica

Nefrologia | Medical Information Dottnet | 30/01/2012 16:40

Pendrin è uno scambiatore di ioni espresso sulla membrana apicale delle cellule intercalate verso la parte terminale del tubulo contorto distale (DCT), tubulo di connessione (CNT) e il condotto collettore (CCD), mentre il cotrasportatore Na-Cl (NCC) tiazide-sensibile è evidenziato soprattutto sulla membrana apicale delle cellule DCT. Studi recenti indicano che l'espressione del trasportatore Pendrin è aumentata nei reni di topi knockout per NCC, sollevando la possibilità che entrambi i trasportatori possano compensare l’eventuale perdita dell’altro, aumentando la loro espressione e attività. Indagini in corso svolte nei laboratori dei prof Amlal H e . Soleimani M. dimostrano che Pendrin svolge un ruolo importante nel riassorbimento di Nacl in risposta ai diuretici tiazidici ed i derivati​​.

Questi studi dimostrano inoltre che, mentre l’assenza di Pendrin o di NCC non causa perdita di sale nei topi mutanti in condizioni basali, la mancanza di entrambi  i trasportatori causa profonda poliuria e polidipsia. Di conseguenza, gli animali sviluppano disidratazione significativa. Gli autori dello studio nell’ambito del lavoro propongono che l'inibizione farmacologica di Pendrin e NCC possa rappresentare un regime diuretico forte per i pazienti con sovraccarico di liquidi, inclusi quelli con insufficienza cardiaca congestizia, sindrome nefrosica o insufficienza renale.

 

Bibliografia:  Amlal H, Soleimani M.Pendrin as a novel target for diuretic therapy. Cell Physiol Biochem.2011;28(3):521-6. Epub 2011 Nov 18.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato