Certificazioni Inail: sbloccati i pagamenti ai medici

Professione | Redazione DottNet | 27/03/2018 18:53

Scotti: raggiunto un risultato importante dopo vari incontri con la Direzione Generale dell’Inail e la Presidenza Enpam

In seguito al nulla osta del ministero della Salute e del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, sono state avviate le procedure per l`erogazione dei compensi relativi alle certificazioni mediche di infortunio sul lavoro e malattia professionale redatte da medici esterni a partire dal 22 marzo 2016 (clicca qui per leggere la circolare completa), data di entrata in vigore dell`obbligo di invio telematico all`Inail dei certificati, previsto dall`articolo 21 del decreto legislativo 151/2015. Lo ha comunicato l'Inail.

I pagamenti riguarderanno la certificazione medica pervenuta all`Istituto sia mediante il servizio telematico sia in modalità cartacea e saranno effettuati a cadenze prestabilite, per rendere più agevole e tempestivo l`adempimento delle attività contabili, con le modalità e i criteri adottati a seguito delle convenzioni stipulate dall`Istituto con le rappresentanze sindacali dei medici di famiglia e dei medici operanti nelle strutture sanitarie.

Entro il prossimo 30 settembre, in particolare, saranno effettuati i rimborsi relativi alle certificazioni emesse fino al 31 dicembre 2016. Successivamente si procederà al pagamento delle certificazioni emesse nel corso del 2017.

E’ stato raggiunto un risultato importante dopo vari incontri con la Direzione Generale dell’Inail e la Presidenza Enpam, e un decisivo confronto tra il ministero della Salute, nella persona del Capo di Gabinetto Giuseppe Chinè, e il ministero del Lavoro, necessario a superare la precedente interpretazione del ministero del Lavoro che riteneva un obbligo a titolo gratuito l’emissione delle certificazioni Inail”. Con queste parole Silvestro Scotti, Segretario Generale Nazionale della Fimmg, ha annunciato lo “sblocco della problematica relativa agli oneri connessi all'emissione delle certificazioni per infortunio sul lavoro e al blocco dei pagamenti dei certificati che dura ormai dal 2016 con disagi per i medici e per i loro assicurati”.

Grazie al lavoro congiunto di tutti i soggetti coinvolti, con la nota che la Direzione Centrale dell’Inail ha inviato nella giornata di ieri alle proprie sedi territoriali, in cui si comunica l’avvio delle procedure per il pagamento dei compensi relativi alle certificazioni mediche a partire dal 2016 e con successiva nota si procederà per quelli relativi al 2017 – ha concluso Scotti - vanno considerate definitivamente superate queste criticità”.

Ultime News