Pensione anticipata con e senza cumulo: requisiti e vantaggi

Previdenza | Redazione DottNet | 22/04/2019 15:53

La disciplina concerne i lavoratori dipendenti, pubblici e privati

L’art. 15 del Decreto-Legge n. 4/2019, convertito nella Legge n. 26/2019, ha sostituito l’art. 24, comma 10, del Decreto-Legge 6 dicembre 2011, n. 201 (convertito nella Legge 22 dicembre 2011, n. 214 - c.d. Riforma Fornero), concernente la disciplina generale dei requisiti contributivi di accesso alla pensione anticipata, prevedendo che nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 ed il 31 dicembre 2026, il requisito contributivo per conseguire il diritto alla pensione anticipata rimane fissato a 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne.

Articolo riservato agli abbonati di Dottnet eXtra

Ultime News