Speranza, sbloccati i fondi per medici e ricerca

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 02/01/2020 16:07

Serviranno anche per fermare l'esodo all'estero

"I nostri medici e professionisti sanitari devono essere valorizzati al meglio. In tanti scelgono purtroppo di andare all'estero. Per contrastare questo esodo, e per motivare i nostri camici bianchi, nel decreto "Milleproroghe", pubblicato il 31 dicembre, abbiamo ottenuto il via libera ai fondi accessori (RIA) e nuovi percorsi di stabilizzazione per i ricercatori degli Irccs e degli Izs".  Queste le parole del ministro della Salute, Roberto Speranza, sui provvedimenti varati negli ultimi giorni del 2019. Ora questi fondi potranno essere utilizzati per i nostri medici, veterinari, dirigenti sanitari e dirigenti delle professioni sanitarie, per migliorare la carriera dei più giovani e per retribuire meglio le condizioni di disagio lavorativo. Anche così - ha concluso il ministro - rendiamo più forte il Servizio Sanitario Nazionale e tuteliamo la salute di tutti". La norma prevede che le risorse relative ai fondi contrattuali per il trattamento economico accessorio della dirigenza medica, sanitaria, veterinaria e delle professioni sanitarie vengano incrementate di 14 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2020 al 2025 e di 18 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2026.

Ultime News