Costa: Entro fine settembre valuteremo l'estensione dell'obbligo vaccinale

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 14/09/2021 12:56

"A mio avviso l’obbligo deve essere l’extrema ratio, dobbiamo proseguire con questa campagna di sensibilizzazione"

"Sono convinto che il Green pass possa e debba essere esteso ulteriormente. L'obbligo della vaccinazione non è tabù, entro fine mese valuteremo estensione". Lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, intervenuto a 'Restart 264' su Cusano Italia TV.

Costa spiega: "Abbiamo intrapreso una strada che inizialmente non ha previsto l’obbligo, abbiamo confidato nel grande senso di responsabilità dei cittadini che è stato ampiamente dimostrato. Dobbiamo proseguire, completare questo percorso, l’obbligo vaccinale non deve essere un tabù per il governo, è stato già introdotto per i sanitari. Dobbiamo ragionare per obiettivi, entro fine settembre faremo una valutazione e dopo siamo pronti a fare altre riflessioni e se sarà necessario estendere l’obbligo per altre categorie per mettere in sicurezza il Paese il governo è pronto a farlo".

"A mio avviso l’obbligo deve essere l’extrema ratio, dobbiamo proseguire con questa campagna di sensibilizzazione, consapevoli che molti cittadini che oggi hanno paura possono essere convinti con messaggi chiari e rassicuranti, non con la radicalizzazione dello scontro", ha aggiunto Costa.

Quanto all'estensione del green pass, "ritengo ad esempio che nella pubblica amministrazione possa essere uno strumento importante per far tornare a lavorare tanti concittadini in presenza, nella consapevolezza che il lavoro in presenza significa relazioni, condividere il lavoro e dare servizi efficaci ed efficienti ai cittadini. Lo smart working ha rappresentato uno strumento straordinario nel periodo più buio del nostro Paese, ma ora dobbiamo incrementare il lavoro in presenza e il Green pass può permetterci di raggiungere questo obiettivo".

I Correlati