SARS-CoV-2 nel liquido seminale

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 08/07/2020 12:04

È stato identificato materiale nucleico di SARS-CoV-2 nello sperma di 6 soggetti maschi adulti su 38, in fase acuta o in convalescenza da COVID-19.

Contrariamente a quanto rilevato in un altro studio, il SARS-COV-2 può essere quindi presente nel seme dei pazienti affetti da COVID-9 e può inoltre essere rilevato anche in soggetti in fase di recupero clinico. Sono necessarie ulteriori ricerche, in quanto gli studi sin qui disponibili si sono limitati a un basso numero di campioni, anche  per approfondire la possibilità che il SARS-COV-2 possa essere trasmesso per via sessuale e/o influire sulla fertilità maschile.

Diangeng Li, Meiling Jin, Pengtao Bao et al

Clinical Characteristics and Results of Semen Tests Among Men With Coronavirus Disease 2019

JAMA Netw Open. 2020;3(5):e208292

https://jamanetwork.com/journals/jamanetworkopen/fullarticle/2765654

Tieniti aggiornato sull'argomento. Accedi al portale dedicato

Pubblicato il 18/5/2020