COVID-19 grave e carico virale

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 08/07/2020 11:27

E' già stato riportato che forme severe di COVID-19 si associano ad un elevato carico di RNA virale, ma non è noto in quale momento, nel corso della malattia, la condizione clinica si deteriora.

Le caratteristiche cliniche di cinque pazienti con COVID-19 sono state studiate dettagliatamente ed allineate al carico di RNA virale di SARS-Cov-2, misurato su campioni nasofaringei od altri, selezionati. Due pazienti hanno sviluppato un deterioramento respiratorio tardivo nonostante la scomparsa dell'RNA virale nasofaringeo. Questa osservazione suggerisce che le manifestazioni tardive e gravi potrebbero essere mediate immunologicamente ed avere implicazioni per l'uso di terapie immunomodulanti. Date le difficoltà di isolare i virus da campioni clinici durante una pandemia, l'uso del carico di RNA virale rimane un surrogato plausibile per formulare ipotesi cliniche e può suggerire strategie per trattare i pazienti con COVID-19.

Gavin M Joynt, William KK Wu

Understanding COVID-19: what does viral RNA load really mean?

The Lancet Infectious Diseases Published March 27, 2020

DOI: https://doi.org/10.1016/S1473-3099(20)30237-1

Tieniti aggiornato sull'argomento. Accedi al portale dedicato

Pubblicato il 3/6/2020