Controllo di un outbreak di Covid-19 in Veneto

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 08/07/2020 13:19

Il 21 febbraio 2020 un residente del comune di Vo’ Euganeo, è morto a causa di un’infezione da SARS-Cov-2, primo caso di decesso da COVID-19 in Italia, a seguito del quale le autorità regionali hanno imposto il blocco di tutto il comune per 14 giorni.

Sono state raccolte informazioni demografiche, cliniche, sui ricoveri e sui contatti, nonché sulla presenza di SARS-Cov-2 in tamponi nasofaringei nell’85,9% e nel 71,5% della popolazione di Vo’, in due momenti consecutivi. Nella prima indagine, condotta all’incirca nel periodo in cui è iniziato il blocco, la prevalenza dell’infezione era del 2,6%. Nel secondo sondaggio, condotto alla fine del blocco, la prevalenza era dell’1,2%: il 42,5% delle infezioni confermate da SARS-Cov-2 rilevate nei due sondaggi erano asintomatiche. Non è stata riscontrata alcuna differenza statisticamente significativa del carico virale tra le infezioni sintomatiche e quelle asintomatiche. La trasmissione pre- e asintomatica pone problemi per il controllo di COVID-19 in assenza di rigide misure di distanziamento o di sorveglianza epidemiologica attiva. Lo studio fornisce nuove informazioni sulle dinamiche di trasmissione di SARS-Cov-2 e sull’efficacia delle misure di controllo

Enrico Lavezzo, Elisa Franchin, Constanze Ciavarella et al

Suppression of a SARS-CoV-2 outbreak in the Italian municipality of Vo’

Nature Published: 30 June 2020

DOI: https://www.nature.com/articles/s41586-020-2488-1

Tieniti aggiornato. Accedi al portale dedicato

Pubblicato il 09/07/2020