Manifestazioni cardiache da COVID-19

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 02/10/2020 16:33

Il SARS-Cov-2 ha un marcato tropismo per il cuore e può portare a miocardite, necrosi cellulare e aritmie.

Queste complicazioni possono essere l'unica presentazione clinica di COVID-19, e possono verificarsi anche in individui pauci- o asintomatici. Il tropismo verso altri organi oltre i polmoni è stato studiato su reperti autoptici: L'RNA di SARS-Cov-2 era più elevato nei polmoni, ma anche altri organi, compreso il cuore, ne hanno mostrato notevoli quantità. SARS-Cov-2 può infettare direttamente i cardiomiociti, attaccandosi ai recettori ACE2 e può anche causare danni indiretti attraverso risposte infiammatorie sistemiche e diminuzione dell'apporto di sangue. La maggior parte di più di 1200 pazienti di una grande coorte prospettica con COVID-19 aveva anomalie ecocardiografiche. Ciò fa pensare che vi sia un coinvolgimento cardiaco molto più diffuso di quanto previsto, soprattutto perché almeno il 30-40% delle infezioni da SARS-Cov-2 si verifica senza sintomi. Alcuni possono avere una patologia cardiaca predisponente, ma recenti scoperte di un interessamento cardiaco in giovani atleti, tra cui una morte improvvisa, hanno sollevato preoccupazioni circa gli attuali limiti di conoscenza e un possibile alto rischio di prevalenza occulta di manifestazioni cardiache da COVID-19. Le persone giovani e sane comunemente non hanno sintomi da SARS-Cov-2, il che solleva la questione di quanti tra loro possano avere malattie cardiache occulte. Una domanda importante è perché alcuni individui hanno una propensione per il coinvolgimento del cuore dopo l'infezione da SARS-Cov-2: se cioè questo rappresenta una risposta infiammatoria, un fenomeno autoimmune od altro.

E. J. Topol

COVID-19 can affect the heart

Science 10.1126/science.abe2813 (2020) (Perspective)

DOI: https://science.sciencemag.org/content/early/2020/09/23/science.abe2813 

Tieniti aggiornato sull'argomento. Accedi al portale dedicato

Pubblicato il 06/10/2020