Risposte anticorpali dopo una singola dose di vaccino SARS-Cov-2

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 26/03/2021 11:42

I livelli anticorpali di alcuni operatori sanitari sono stati valutati 3 settimane dopo la prima dose del vaccino mRNA di Pfizer: 36 erano positivi al tampone per SARS-Cov-2 da 30-60 giorni prima della vaccinazione, mentre 152 erano senza precedenti di infezione

Dopo la prima dose di vaccino, i titoli anticorpali in entrambi i gruppi sono aumentati rispetto al baseline contro tutte le subunità della proteina spike, ma non contro la proteina del nucleocapside (che non è un antigene contenuto nei vaccini). I partecipanti con infezione recente avevano titoli più alti verso gli antigeni S1, S2 e receptor binding domain, rispetto a quelli senza storia di infezione. Al baseline, gli anticorpi neutralizzanti il virus non erano rilevabili nel gruppo senza precedenti di infezione, mentre erano rilevabili a vari livelli nel gruppo infettato. Dopo l'immunizzazione primaria, i livelli di anticorpi neutralizzanti erano più alti tra i partecipanti sieropositivi che tra i quelli sieronegativi. Senza un correlato immunitario di protezione per i vaccini SARS-Cov-2, l’immunità protettiva post-vaccinale non può essere misurata con precisione. La durata delle risposte anticorpali necessita di ulteriori indagini.

Autori: Todd Bradley, Elin Grundberg, Rangaraj Selvarangan et al

Titolo: Antibody Responses after a Single Dose of SARS-CoV-2 mRNA Vaccine

Rivista: NEJM published on March 23, 2021

DOI: https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMc2102051

Tieniti aggiornato sull'argomento. Accedi al portale dedicato

Pubblicato il 02/04/2021