L'immunizzazione con vaccini mRNA aumenta gli anticorpi cross-neutralizzanti

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 09/04/2021 17:31

Le varianti emergenti del SARS-Cov-2 hanno sollevato preoccupazioni circa la loro capacità di resistere agli anticorpi neutralizzanti indotti da precedenti infezioni o dalla vaccinazione.

Sono stati prelevati sieri di 15 donatori guariti da una precedente infezione da SARS-Cov-2 prima e dopo una o due dosi di vaccino mRNA, e sieri di 13 donatori non infettati, e anch’essi prima e dopo vaccinazione. I sieri prelevati prima dell’immunizzazione da entrambe i gruppi erano capaci di neutralizzare le varianti Wuhan-Hu-1 e B.1.351. In particolare, i  sieri pre-vaccinali dei donatori guariti hanno neutralizzato la variante Wuhan-Hu-1 e neutralizzato sporadicamente la B.1.351, ma una singola immunizzazione ha aumentato i titoli neutralizzanti contro tutte le varianti fino a 1000 volte. La neutralizzazione era dovuta agli anticorpi che miravano al dominio di legame del recettore e non era potenziata da una seconda immunizzazione. Anche la vaccinazione di donatori non infettati ha indotto risposte cross-neutralizzanti, ma a livelli più bassi. È importante vaccinare sia le persone non infettate che quelle precedentemente infettate per ottenere anticorpi cross-neutralizzanti le varianti.

Leonidas Stamatatos, Julie Czartoski, Yu-Hsin Wan et al

 mRNA vaccination boosts cross-variant neutralizing antibodies elicited by SARS-CoV-2 infection

Science 10.1126/science.abg9175 (2021)

DOI: https://science.sciencemag.org/content/early/2021/03/24/science.abg9175

Tieniti aggiornato sull'argomento. Accedi al portale dedicato

Pubblicato il 16/04/2021