Immunoglobuline per il trattamento della trombocitopenia indotta da vaccino

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 18/06/2021 17:32

Le immunoglobuline endovenose ad alte dosi (IVIG) sono raccomandate – in aggiunta ad anticoagulanti non eparinici – per il trattamento della trombocitopenia immunitaria da vaccino, un raro effetto collaterale dei vaccini Covid-19 su vettore adenovirale, che si accompagna a trombosi venosa e/o arteriosa ed è simile alla trombocitopenia autoimmune indotta dall'eparina.

Sono stati trattati con IVIG tre pazienti canadesi (di età compresa tra 63 e 72 anni e di cui una donna) in cui è stata diagnosticata una trombocitopenia immunitaria indotta da vaccino a seguito di immunizzazione con vaccino Astrazeneca. Due dei pazienti presentavano trombosi arteriosa agli arti; il terzo aveva una trombosi venosa cerebrale oltreché arteriosa. All'epoca dello studio, il Canada aveva limitato l'uso di questo vaccino a persone di età pari o superiore a 55 anni, poiché la trombocitopenia immunitaria è stata osservata principalmente nelle persone più giovani. Grazie al trattamento con IVIG, in tutti e tre i pazienti si è avuta una riduzione dell'attivazione piastrinica indotta dagli anticorpi ed un aumento del numero di piastrine.

Alex Bourguignon, Donald M. Arnold, Theodore E. Warkentin et al

Adjunct Immune Globulin for Vaccine Induced Thrombotic Thrombocytopenia

NEJM June 9, 2021

https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa2107051?query=featured_home

Tieniti aggiornato sull'argomento. Accedi al portale dedicato

Pubblicato il 25/06/2021