Rubrica Evidenza

Rubrica Evidenza

Rubrica Evidenza

Ultimi Video

  • Pazienti più garantite e livelli di assistenza migliori

    Professione

    “La legge Gelli è un grande passo avanti nella responsabilità professionale, ma non solo perchè affronta a tutto tondo tante tematiche, una delle quali è il rapporto medico-paziente e la tutela della paziente stessa”. Ai microfoni di DottNet Vito Trojano, Vice Presidente Nazionale della società italiana ginecologi ospedalieri (SIGO) commenta le novità introdotte dalla Legge Gelli-Bianco

  • Linee guida a garanzia del nostro lavoro

    Professione

    Ai microfoni di DottNet Simona Sieve, Collegio Interprovinciale delle Ostetriche di Milano commenta la Legge Gelli-Bianco sulla gestione del rischio clinico e la responsabilità in Sanità dal punto di vista delle ostetriche.

  • Modalità per avviare la richiesta di risarcimento o indennizzo

    Professione

    La nuova disciplina del tentativo obbligatorio di conciliazione costituisce una delle novità di più immediato impatto applicativo della legge Gelli riguardo alle modalità con cui deve essere avviata la richiesta risarcitoria o d'indennizzo. L’avvocato Alessandro. Diotallevi entra nel merito dell’art. 8

  • Riduzione dei premi assicurativi

    Professione

    “Ci aspettiamo una riduzione dei premi assicurativi per il rischio professionale in ambito medico che oggi sono diventati insostenibili”. Sono queste le aspettative di Claudio Crescini, Vice Segretario Nazionale AOGOI, dell’impatto della Legge Gelli-Bianco dal punto di vista assicurativo.

  • Legge Gelli, ecco cosa cambia per il medico dipendente, professionista e per il paziente

    Professione

    “Al medico dipendente, sicuramente la Legge Gelli dà una maggiore garanzia, perché la sua responsabilità sarà extra-contrattuale, quindi l’onere della prova sarà a carico del paziente e la prescrizione sarà di 5 anni anni. La struttura e il libero professionista invece avranno una responsabilità contrattuale...”. Ecco le prime novità introdotte dalla Legge Gelli del 17 marzo 2017 sulla gestione del rischio clinico e sulla responsabilità in Sanità spiegate dall’Avv. Vania Cirese (Studio Legale Cirese).

  • Garantire i medici ma anche e soprattutto le nostre pazienti

    Professione

    “E’ una legge sicuramente perfettibile, ma che accogliamo come un passo avanti per garantire la sicurezza delle cure dal punto di vista dei medici, delle strutture ma soprattutto delle nostre pazienti”. Sono le parole di Elsa Viora, presidente Aogoi a commento della Legge Gelli-Bianco sulla gestione del rischio clinico e sulla responsabilità in Sanità.

  • Legge Gelli, Italia al passo con Europa nella gestione del rischio clinico e della responsabilità in Sanità. Ecco cosa cambia

    Professione

    Lo scorso 17 marzo, con la pubblicazione della cosiddetta Legge Gelli, ha segnato una svolta importante per la sicurezza in Sanità. “La legge sulla gestione del rischio clinico e sulla responsabilità in Sanità ha introdotto a livello aziendale, regionale e nazionale un sistema di monitoraggio, prevenzione e gestione del rischio clinico per ridurre i rischi e gli eventi avversi, con l’obiettivo di ridurre i danni ai pazienti e il contenzioso contro i medici, nonché riportando sulla scena l’obbligo di assicurazione o comunque una congrua copertura per i sinistri”, afferma Vania Cirese, avvocato dello Studio Legale Cirese, sintetizzando le principali novità introdotte dalla legge.

  • Le richieste delle Associazioni dei pazienti alle industrie del farmaco

    Associazioni Pazienti

    "Vogliamo essere protagonisti del SSN e della ricerca clinica", spiega così Antonella Celano, presidente dell’associazione nazionale persone con malattie reumatologiche e rare (Apmar), sottolineando anche l'importanza di una maggiore attenzione alle esigenze del paziente arruolato nei trial clinici

  • Rapporto medici-pazienti e azienda del farmaco

    Associazioni Pazienti

    L'industria del farmaco a prova di futuro è stata presentata in occasione dell'assemblea annuale Farmindustria. Il presidente Massimo Scaccabarozzi spiega come e se cambierà la relazione con medici e pazienti

  • Medicina della persona e per la persona

    Associazioni Pazienti

    Il paziente deve essere consapevole del proprio percorso di cura, deve essere esperto e deve anche sapere quanto il suo ruolo attivo, ad esempio nell'aderenza terapeutica, sia fondamentale. Ne parla Mario Melazzini, DG AIFA

  • Le imprese del farmaco come volano per la crescita economica italiana

    Aifa

    Il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi spiega il valore delle aziende del farmaco per la crescita economica del nostro Paese. Ema in Italia? “La andrei a prendere per portarla in Italia sulle spalle subito”

  • Il valore etico delle aziende del farmaco

    Aifa

    Collaborazione pubblico-privato: secondo Mario Melazzini, DG AIFA, il campo delle malattie rare è uno di quelli in cui questa sinergia può portare i massimi frutti a favore del paziente.

Ultime News

Widget: 92044 (carousel-template) non supportato
Widget: 92044 (carousel-template) non supportato