Meno fratture d'anca se si smette di fumare

Ortopedia | Redazione DottNet | 05/08/2020 14:35

Studio Usa trova un'associazione con gli stili di vita

Smettere di bere e di fumare può far bene alla salute delle ossa: uno studio statunitense, infatti, è riuscito a trovare un'associazione tra i ridotti tassi di fratture dell'anca e la diminuzione del fumo e del consumo di alcolici. In un lavoro pubblicato sulla rivista scientifica Jama Internal Medicine i ricecatori del National Institute of Arthritis and Musculoskeletal and Skin Diseases hanno raccontato di aver condotto un'analisi su più di 10.000 persone (4.918 uomini e 5.634 donne), seguiti tra il 1 gennaio 1970 e il 31 dicembre 2010. Nel corso dei 40 anni di analisi è stata notata una riduzione dei tassi di fratture dell'anca del 4,4% ogni anno, ma anche la diminuzione del tabagismo: prima, negli anni Settanta, a fumare era il 38% delle persone prese in esame. Poi, tra il 2006 e il 2010, è diventato del 15%. Nello stesso periodo il consumo eccessivo di alcolici (tre o più al giorno) si è ridotto dal 7% al 4,5%. «Questo studio sottolinea la continua necessità di interventi di salute pubblica per colpire quei fattori di stile di vita modificabili, come il fumo e il bere, oltre a considerare i trattamenti di osteoporosi in soggetti a rischio di fratture dell'anca», ha commentato Timothy Bhattacharyya, ricercatore che ha condotto l'analisi. 

Fonte: Jama Internal Medicine

Ultime News