Da malattie renali a fibrosi, come avviene l'evoluzione

Nefrologia | Redazione DottNet | 04/03/2021 14:13

Nei topi, la carenza di Sox9 ha ridotto la fibrosi renale indotta da lesioni e l'aumento associato di Nav3espressione

Le malattie renali croniche (CKD) e le lesioni renali spesso culminano in fibrosi renale e insufficienza d'organo. Raza et al. ha identificato un ruolo per il fattore di trascrizione SOX9 nella fibrosi renale. SOX9 e il suo potenziale bersaglio diretto Neuron navigator 3 ( Nav3 ) erano presenti nei reni fibrotici di pazienti con CKD. Nei topi, la carenza di Sox9 ha ridotto la fibrosi renale indotta da lesioni e l'aumento associato di Nav3espressione. NAV3 è stato necessario per la transdifferenziazione dei periciti renali primari del topo in miofibroblasti promotori di fibrosi e ha promosso la riorganizzazione del citoscheletro e il meccanosegnalamento caratteristici dei miofibroblasti in cellule renali umane e di topo in coltura. Questi risultati implicano SOX9 e NAV3 nella progressione della fibrosi renale e suggeriscono come potenziale fonte di miofibroblasti nella fibrosi renale.

La fibrosi renale è un punto finale comune per il danno renale e molte malattie renali croniche. La fibrogenesi dipende dall'attivazione prolungata dei miofibroblasti, che depositano la matrice extracellulare che causa cicatrizzazione progressiva e insufficienza d'organo. Qui, abbiamo dimostrato che il fattore di trascrizione SOX9 era associato alla fibrosi renale negli esseri umani e necessario per la fibrosi renale indotta sperimentalmente nei topi. Dall'analisi genome-wide, abbiamo identificato Neuron navigator 3 (NAV3) come agente a valle di SOX9 nella fibrosi renale. NAV3 è aumentato in abbondanza e si è colocalizzato con SOX9 dopo un danno renale nei topi, e sia SOX9 che NAV3 erano presenti nei reni umani malati. In un modello in vitro di transdifferenziazione dei periciti renali in miofibroblasti, abbiamo dimostrato che NAV3 era richiesto per molteplici aspetti della fibrogenesi, compresa la polimerizzazione dell'actina legata alla migrazione cellulare e all'attivazione sostenuta del fattore di trascrizione meccanosensibile YAP1. In sintesi, il nostro lavoro identifica un asse SOX9-NAV3-YAP1 coinvolto nella progressione della fibrosi renale e punta a NAV3 come potenziale bersaglio per un intervento farmacologico.

Ultime News