Canali Minisiti ECM

I social creano dipendenza come le droghe

Psichiatria Redazione DottNet | 10/01/2019 14:04

Secondo uno studio americano, entrambi compromettono il processo decisionale

L'uso eccessivo dei social media è comparabile alla dipendenza da droga. A dirlo è uno studio pubblicato sul Journal of Behavioral Addictions, che ha evidenziato una correlazione tra l'utilizzo dei social e la compromissione del processo decisionale, che è di norma carente nelle persone tossicodipendenti. Gli studiosi dell'università del Michigan hanno misurato la dipendenza psicologica da Facebook di 71 persone. I partecipanti sono quindi stati sottoposti all'Iowa Gambling Task, un test psicologico basato sul gioco d'azzardo che serve a osservare i meccanismi decisionali.

pubblicità

Dal test è emerso che a prendere le decisioni peggiori sono state le persone che eccedono nell'uso dei social. La correlazione tra decisioni sbagliate e dipendenza da social è risultata analoga a quella, già nota, tra cattive decisioni e la dipendenza da oppioidi, cocaina, metanfetamine e altre droghe. "Circa un terzo degli abitanti del pianeta utilizza i social media, e alcune di queste persone mostrano un uso eccessivo e disadattivo di queste piattaforme", osserva il professor Dar Meshi, autore principale dello studio. "Credo che i social portino enormi benefici, ma c'è anche un lato oscuro quando le persone non riescono a staccarsene. Dobbiamo capire meglio questa spinta, così da determinare se l'uso eccessivo dei social media dovrebbe essere considerato una dipendenza"

Commenti

I Correlati

I disturbi del neurosviluppo risultano tra le malattie più frequenti dell’età evolutiva

Si è chiuso a Pavia presso la Fondazione Mondino il Congresso Nazionale “CONTINUARE A CURARE: modelli di lavoro interdisciplinari per supportare il passaggio all’età adulta nelle patologie neurologiche e psichiatriche complesse”

Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Sleep Health, condotto presso la University of Wisconsin a Milwaukee

Lo psichiatra Premio Hemingway 2024 per l'avventura del pensiero

Ti potrebbero interessare

I disturbi del neurosviluppo risultano tra le malattie più frequenti dell’età evolutiva

Lo psichiatra Premio Hemingway 2024 per l'avventura del pensiero

Più inclini ad ammalarsi 10-20 anni dopo parto

Lo suggerisce uno studio pubblicato su Plos Mental Health che ha esaminato 12 ricerche precedenti

Ultime News

Il voto, espresso tra il 12 e il 15 luglio, ha visto la partecipazione di un numero altissimo di medici e odontoiatri; un’affluenza importante nonostante il caldo da bollino rosso

Schillaci: "Questo governo, per la prima volta, interviene in modo concreto per rafforzare la capacità del servizio sanitario di erogare le cure nei tempi giusti, chiamando in causa tutti gli attori in campo"

Uno dei primi casi documentati al mondo di intervento all'aorta ascendente e alla valvola aortica senza 'aprire' chirurgicamente il torace del paziente

Chirurgia mini-invasiva e robotica le armi contro la stenosi del canale lombare