L'intelligenza artificiale scopre un antibiotico super-potente

Farmaci | Redazione DottNet | 21/02/2020 22:30

Gli esperti hanno testato il nuovo potenziale farmaco in provetta sui batteri multi-resistenti più tenuti - Clostridium difficile, Acinetobacter baumannii, e il Mycobacterium della tubercolosi

L'intelligenza artificiale ha sviluppato un antibiotico potentissimo contro i batteri multi-resistenti: battezzato halicina - in memoria di HAL 9000, il supercomputer di bordo della nave spaziale Discovery nel film 2001 Odissea nello spazio - si tratta di uno degli antibiotici più potenti mai scoperti finora. Il risultato è il frutto di un lavoro diretto da James Collins, del Medical Engineering and Science presso il Massachusetts Institute of Technology (Mit) a Boston e pubblicato sulla rivista Cell. Gli esperti hanno testato il nuovo potenziale farmaco in provetta sui batteri multi-resistenti più tenuti - Clostridium difficile, Acinetobacter baumannii, e il Mycobacterium della tubercolosi - e poi ripetuto i test con successo su animali, mostrando le potenzialità della molecola che funziona con meccanismi diversi rispetto agli antibiotici oggi noti.   Il software basato sull'intelligenza artificiale è stato addestrato a scoprire molecole con caratteristiche chimiche del tutto nuove e tali da eliminare batteri ed è in grado di passare al setaccio centinaia di milioni di molecole in un giorno. Dopo aver isolato l'antibiotico super-potente gli esperti hanno usato un altro software, sempre basato sull'intelligenza artificiale, per mostrare che questa molecola è plausibilmente non tossica per l'uomo.   "Abbiamo voluto sviluppare una piattaforma - ha spiegato Collins - che ci permettesse di sfruttare il potere dell'intelligenza artificiale per aprire una nuova era nella scoperta degli antibiotici".

fonte: Cell.

Ultime News