Meno Alzheimer e tumori tra gli over-65 che fanno sport

Neurologia | Redazione DottNet | 25/02/2020 13:57

Lo rivela uno studio svolto dall'Istituto di sanità pubblica irlandese, insieme alle Università dell'Ulster e della Danimarca meridionale

 Lo sport è un 'salvavita' per chi ha i capelli bianchi. Secondo uno studio svolto dall'Istituto di sanità pubblica irlandese, insieme alle Università dell'Ulster e della Danimarca meridionale, le persone anziane che fanno esercizio fisico hanno un rischio ridotto di sviluppare il tumore al seno e alla prostata, il morbo di Alzheimer e la depressione. La ricerca, che ha passato al setaccio studi scientifici svolti in precedenza, è stata pubblicata sullo Scandinavian Journal of Medicine & Science in Sports.

Gli studiosi hanno anche scoperto che gli anziani fisicamente attivi hanno un invecchiamento più sano, una migliore qualità della vita e una migliore funzione cognitiva. "Da tempo conosciamo i benefici dello sport per la nostra salute fisica - spiega Conor Cunningham, dell'Istituto irlandese di sanità pubblica - Tuttavia, questa ricerca mette in evidenza nuove prove convincenti sui benefici dell'essere fisicamente attivi sulla nostra salute mentale, sulla depressione e in particolare sulla demenza e sul morbo di Alzheimer. Ora più che mai è fondamentale sostenere le persone anziane a rimanere più sane più a lungo". L'Organizzazione mondiale della sanità raccomanda agli over-65 di svolgere almeno 30 minuti di attività fisica di intensità moderata, come una camminata veloce, per cinque volte a settimana. 

 

fonte: Scandinavian Journal of Medicine & Science in Sports

Ultime News